31 Agosto. Anche quest’anno è arrivato il Vero Capodanno

Come ogni anno, dal 2007, vi propongo questo post con la stessa domanda. Una sorta di mantra ben augurante, che può spingerci a qualche riflessione.

31-agosto

Secondo me il Capodanno Vero non è il 31 dicembre, ma il 31 agosto.

Sì lo so che anche a settembre si posson fare vacanze però…

Però le scuole oggi iniziano dal 10 circa in poi (mica come quand’ero piccola io, “E’ il Primo Ottobre a scuola si va…“: chi la ricorda fra voi? :-).

I progetti e gli appuntamenti  fatti e presi a giugno-luglio vengono rimandati sempre con la frase “Decidiamo tutto ai primi di settembre”.

A settembre riorganizziamo casa, impegni, esistenze…

Insomma: Settembre è – in tutto e per tutto – come fosse Capodanno.

Un Capodanno molto meno mondano e decisamente più interiore, intimo: un Capodanno in cui non è obbligatorio divertirsi, ma riflettere, riordinando le idee.

E allora, come ogni Primo dell’Anno che si rispetti, giochiamo a fare progetti e sogni: volete?

Dichiariamo come abbiamo intenzione d’affrontare il nuovo anno che ci attende.

Esprimiamo i nostri sogni e le nostre speranze, anche le più improbabili e fiabesche.

E’ un gioco, no? Tutto è possibile, nel Regno della Fantasia e dei Sogni.

Basta anche che solo l’idea ci regali un po’ di serenità e allegria in questo periodo storico e sociale che di sereno e allegro ha ben poco.

E chissà che, proprio perché è un gioco, la Fortuna non ci dia una mano a realizzare tutto o quasi tutto ciò che di bello e buono desideriamo per noi e per chi amiamo.

Si è realizzato qualcosa di quello
che 
desideravate un anno fa?
E per questo Nuovo Anno,
cosa volete/progettate/sognate?

© Mitì Vigliero

Il Vero Capodanno, la Stessa Domanda Per Voi

Come ogni anno, dal 2007, vi propongo questo post con la stessa domanda. Una sorta di mantra ben augurante, che può spingerci a qualche riflessione.

Secondo me il Capodanno Vero non è il 31 dicembre, ma il 31 agosto.

Sì lo so che anche a settembre si posson fare vacanze però…

Però le scuole oggi iniziano dal 10 /9 circa in poi (mica come quand’ero piccola io, “E’ il Primo Ottobre a scuola si va…“: chi la ricorda fra voi? :-).

I progetti e gli appuntamenti  fatti e presi a giugno-luglio vengono rimandati sempre con la frase “Decidiamo tutto ai primi di settembre”.

A settembre riorganizziamo casa, impegni, esistenze…

Insomma: Settembre è – in tutto e per tutto – come fosse Capodanno.

Un Capodanno molto meno mondano e decisamente più interiore, intimo: un Capodanno in cui non è obbligatorio divertirsi, ma riflettere, riordinando le idee.

E allora, come ogni Primo dell’Anno che si rispetti, giochiamo a fare progetti e sogni: volete?

Dichiariamo come abbiamo intenzione d’affrontare il nuovo anno che ci attende.

Esprimiamo i nostri sogni e le nostre speranze, anche le più improbabili e fiabesche.

E’ un gioco, no? Tutto è possibile, nel Regno della Fantasia e dei Sogni.

Basta anche che solo l’idea ci regali un po’ di serenità e allegria.

Chi l’ha detto che dobbiamo per forza essere sempre razionali, seri, quadrati e soprattutto “adulti”?

Eh? Giochiamo, dai!

E chissà che, proprio perché è un gioco, la Fortuna non ci dia una mano a realizzare tutto o quasi che di bello e buono desideriamo…

Si è realizzato qualcosa di quello
che 
desideravate un anno fa?
E per questo Nuovo Anno,
cosa volete/progettate/sognate?

© Mitì Vigliero

Noi Siamo le Colonne della Prima Elementar

Ho notato che una delle principali chiavi di ricerca che conducono a questo blog è “parole della canzone Noi siamo le Colonne“.
Canzone che devo aver citato chissà dove.

Quindi per fare un regalo a chi le vuole sapere, le riporto interamente qui:

E’ il primo ottobre e a scuola si va
e ci accompagnano mamma e papà,
ciao vecchio asilo, grandi siam già
e finalmente a scuola si andrà.
*
Noi siamo le colonne della prima elementar
un vero sillabario siamo pronti ad imparar
puliti pettinati tutti in fila eccoci qui
gridiamo tutti in coro viva viva l’ABC
gridiamo tutti in coro viva viva l’ABC!
*
Vocali e consonanti non ci fanno spaventar
maiuscole e minuscole siam pronti ad affrontar
e se con l’aritmetica i conti dobbiam far
la sfideremo intrepidi, non ci farà tremar!
la sfideremo intrepidi, non ci farà tremar!
*
“Tra le rose e le viole”, ora più non canteremo,
tutti in coro intoneremo questa piccola canzon
Noi siamo le colonne della prima elementar
adesso siam scolari ci dovete rispettar
apriteci le porte su lasciateci passar
noi siamo le colonne della prima elementar
noi siamo le colonne della prima elementar!

E se qualcuno vuole ri-cantarla, clicchi QUI