Le Ricette di Casa Placida: Pacchettini di Lattuga, Porri e Mozzarella al forno

Un piatto che amo molto, perché molto saporito, completo e d’effetto.

Questa è la ricetta per 4 persone:

1 lattuga dalle belle foglie larghe e sode
400 gr. di mozzarella (anche bufala)
2 porri
8 acciughe sott’olio
8 grandi foglie di salvia
olio
sale
pepe

Prendere 8 foglie di lattuga, lavarle bene, tuffarle in acqua bollente, scolarle e stenderle belle larghe ad asciugare.

Pulire i porri, prendere la parte bianca, tagliarla a fettine sottili sottili e passarle in un padellino con un poco d’olio facendole ammorbidire; salare e pepare e lasciarle lì.

Tagliare la mozzarella a dadini, schiacciarla un poco per far uscire l’acqua.

Tritare le foglie di salvia.

Accendere il forno a 200°.

Su ogni foglia di lattuga mettere un po’ di porri, un cucchiaio di dadini di mozzarella, una spruzzata di pepe, l’acciuga sott’olio, un po’ di salvia tritata.

Arrotolare ogni foglia ripiegando in sotto le estremità,  facendo così un pacchettino che chiuda bene gli ingredienti e chiuderlo con uno stuzzicadenti.

Prendere una teglia, coprirla con carta da forno, disporvi i pacchettini e spargere un filo d’olio.

Infornare per 10 minuti (il tempo che la mozzarella si sciolga).

Servire a tavola e buon appetito.

© Mitì Vigliero

La Pasta ai Porri e Olive della Mapi

Le Ricette di Casa Placida

Che si chiami Mapi l’autrice di questa ricetta di pasta al forno trovata fra le pagine del libro di mamma lo so perché è scritto con grafia svolazzante in calce a una lettera.
Una lunga lettera, perché è lunga la ricetta.
Dopo aver trascorso un’ora circa a decifrarla, ve la riporto: mi pare proprio sia diversa dal solito.

Ci vogliono:
400 gr. di maccheroni
10 porri
200 millilitri di latte
2 spicchi d’aglio
20 gr. di farina
1 etto di olive nere snocciolate e tagliate a fettine
1 etto e mezzo di gruviera
1 scatoletta di pomodori pelati
1 cipolla
olio
sale
pepe

Allora devi fare una besciamella con il latte e la farina; poi ci aggiungi metà della gruviera che avrai prima grattugiato, e sale e pepe e metti lì (sic).

Intanto che fai bollire i maccheroni, triti fini fini, anzi, mettili nel frullatore, i pelati, gli spicchi d’aglio e la cipolla.

Poi pulisci i porri, li tagli per il lungo e ne fai tocchetti lunghi un po’ più di una falange (almeno credo ci sia scritto falange…).

La pasta sarà cotta al dente quindi scolala, passala un attimo sotto l’acqua fredda e mettila lì (risic) ad aspettare. E accendi il forno a 200 gradi.

In una padella metti un po’ d’olio e passaci per una decina di minuti i porri, spegni il fuoco e tienili lì (ri-ri-sic).

Ora prendi la teglia alta per la pasta al forno, ungila; poi fai uno strato di maccheroni, uno con la salsa di pomodori e aglio, uno coi porri e le fettine d’oliva. Dovrebbe uscirci un altro giro di maccheroni-salsa-porri e olive. Se no ne basta uno.

Copri tutto accuratamente con la besciamella, e copri la besciamella con l’altra metà della gruviera grattugiata.

Metti in forno e cuoci per mezz’ora, più o meno; insomma, quando si è sciolto bene e dorato il formaggio vuol dire che è pronta da servire a tavola.

©Mitì Vigliero