Lo sapevate voi che, di notte, il mare sospira?

(Video di Sarita)

Lo sapevate voi che, di notte, il mare sospira?

Sciacquio monotono all’apparenza tranquillo,
in ogni bolla della salata spuma che s’infrange a riva
sono raccolte le storie che ognuno di noi ha vissuto
in ogni ora della giornata appena trascorsa.

Ogni risata, ogni sospiro, ogni lacrima, ogni imprecazione,
ogni pentimento, ogni spavento, ogni finzione, ogni confessione,
ogni malvagità, ogni atto di bontà, ogni vendetta, ogni gesto d’amore,
ogni perdono, ogni ansia, ogni abbandono, ogni fiducia, ogni tradimento
ogni promessa, ogni perdita, ogni sussurro, ogni alto grido,
ogni preghiera, ogni speranza, ogni passione

di giorno s’innalzano nel cielo
e si compattano formando grosse nubi rosa e grigie
gonfie di lacrime gioiose o disperate, quelle che non versiamo
mai su questa terra, ma tratteniamo orgogliosi dentro il cuore.

Spinte da scirocchi e maestrali fin sul mare
le nuvole liberano quella salata pioggia
che si mescola alla salata acqua del mare.

Ma giunta con l’onda alla sua madre terra,
l’acquea anima umana si distacca
e canta la sua storia infinita, da millenni uguale.

Ed è per questo che il mare, di notte, al posto nostro sospira.

© Mitì Vigliero

Ottobre



(Octber Road di Frank Wilson)

Ottobre

Un tempo, era d’estate,
era a quel fuoco, a quegli ardori,
che si destava la mia fantasia.
Inclino adesso all’autunno
dal colore che inebria,
amo la stanca stagione
che ha già vendemmiato.
Niente più mi somiglia,
nulla più mi consola,
di quest’aria che odora
di mosto e di vino,
di questo vecchio sole ottobrino
che splende sulla vigne saccheggiate.

Sole d’autunno inatteso,
che splendi come in un di là,
con tenera perdizione
e vagabonda felicità,
tu ci trovi fiaccati,
vòlti al peggio e la morte nell’anima.
Ecco perché ci piaci,
vago sole superstite
che non sai dirci addio,
tornando ogni mattina
come un nuovo miracolo,
tanto più bello quanto più t’inoltri
e sei lì per spirare.
E di queste incredibili giornate
vai componendo la tua stagione
ch’è tutta una dolcissima agonia.

(Vincenzo Cardarelli)

 

Quali Proverbi, Poesie, Musiche, Canzoni, Libri e Film vi vengono in mente che parlino di questo mese?

(QUI i commenti su Friendfeed)

Buon Settembre!

september

Inglese September
Francese Septembre
Tedesco 
September
Spagnolo
Septiembre
Gaelico
Meán Fómhair (grazie a MademoiselleAnne)
Russo Сентябрь (grazie a Radiowaves)
Maori Hepetemamahuru (grazie a Roger)

Veneto Setenbre
Piemontese
Stèmber
Milanese 
Settémber
Friulano 
Setembar
Bolognese
Setamber
Sardo  Cabidanni o Cabudanni
(vedete che ho ragione? ;-)
Siciliano  Sittembri. (grazie a Caravaggio)
Molisano Sttiembr (grazie a Clò)
Riminese Setembre o Setembar (grazie a Cristella)

E negli altri dialetti o lingue?
E poi ricordate canzoni, poesie, proverbi che contengano la parola Settembre?

MaxG: Settembre di Venditti.

Shaindel: Sì, questa

Zazie: “settembre è il mese dei ripensamenti, sugli anni e sull’età. dopo l’estate porti il dono usato della perplessità” cantava Guccini. E io ho sempre sentito questa frase molto mia, perche’ a inizio settembre (il 9 del nove) ci sono nata.
Nel dialetto del paesino montano lombardo in cui sono cresciuta si dice Setember, con la S aspirata.

Maurizio: “Luglio, agosto, settembre (nero)” è il titolo della prima traccia del primo album degli Area, “Arbeit Macht Frei”, del 1973.

Adriano: Due canzoni: “Impressioni di settembre° della PFM:“Quante gocce di rugiada in torno a me..
Cerco il sole ma non c’è”. “29 settembre” di Battisti-Mogol

Mimosafiorita: SETTEMBRE cantata da Peppino Gagliardi

Clando: A proposito di rivoluzionare il calendario, mi viene in mente quello fatto dai francesi nel 1793. Noi oggi saremmo ancora in Fruttidoro (Fructidor) e dal 16 entreremmo in Vendemmiaio (Vendémiaire). In più avremmo le settimane di 10 giorni e non so se ce la potremmo fare. Mi dirai, già ora spesso si lavora il sabato e la domenica. Ma se oggi è il capodanno, allora tra 5 giorni “calza” a pennello un’altra festa.
Finisco con Settembre: una canzone molto Fortis.

Rosy: Agost brusabosc, setembar colapiomb (agosto bruciabosco, settembre colapiombo) qui in Ticino, per dire che l’estate non è affatto finita.

Luca: a me sinceramente non dispiace finisca l’estate ora che non vado più a scuola… però per consolarvi vi passo il mio amico Neil

ZiaPaperina: Il film “Torna a settembre”, con Rock Hudson e Gina Lollobrigida

Pietro Izzo: nessuno ricorda september di david sylvian!

Gemisto: Ricordo di Mary A. (di Bertolt Brecht)
Un giorno di settembre, il mese azzurro,
tranquillo sotto un giovane susino
io tenni l’amor mio pallido e quieto
tra le mie braccia come un dolce sogno.
E su di noi nel bel cielo d’estate
c’era una nube ch’io mirai a lungo:
bianchissima nell’alto si perdeva
e quando riguardai era sparita. (continua)

Tittieco: SEPTEMBER MORN cantata da Sinatra

Annarigheblu: “Settembre” , brano musicale di Sergio Cammariere

Gianluca: “September” dei grandi Earth Wind & Fire!! e poi la reminiscenza scolastica dell’incipit dannunziano dei “Pastori”: Settembre, andiamo, è tempo di migrare…

Roger: curiosità settembrine:
-Il 1° settembre dell’anno 5509 avanti Cristo inizia l’anno 1 del calendario bizantino. Secondo la tradizione bizantina questa è la data della creazione del mondo.
-È il 1° settembre 1981 quando l’IBM lancia sul mercato il primo Personal Computer. È il 5150, basato su processore Intel 8088.

Altre segnalazioni sono nei commenti.