Gli Alberi Della Rete 2012: Come Festeggiare Insieme Il Natale Con Blog E Social Network

Qui i commenti su FriendFeed.

The First Noel – Lone Spring Arts

annie

Anche quest’anno festeggiamo insieme il Natale con le fotografie dei nostri alberi, presepi e decorazioni.

Esattamente come l’anno scorso le immagini sono intervallate con musiche, post, poesie, frasi buffe, pensieri seri, sempre nel perfetto stile Blog&Social Network dove l’allegria e la riflessione, lo sberleffo e la sensibilità s’intercalano andando perfettamente d’accordo.

Aver postato qui, tutte vicine, le nostre creazioni natalizie, è come aver portato le nostre case sotto un unico, immenso tetto dove ci scambiamo gli auguri con quell’affetto, stima e simpatia che nulla hanno di virtuale ma sono verissimi, come tutti noi.

E ora, diamo inizio ai festeggiamenti!

L’Albero di Natale perfetto? Tutti gli alberi di Natale sono perfetti!
(Charles Barnard)

placidadecorazione

(Non avevo tempo di fare l’albero vero…)

placidopresepe1

(…però ho fatto bene il presepe – Mitì)

Il piccolo Gesù si alzò dalla mangiatoia e, vedendo tutte quelle pecore, disse:
Tanto non dormo.
(Flavio Oreglio)

placidopresepe2

(©Fabs)

*Gli Auguri di RobGrassilli*

patrizia traverso

(Patrizia Traverso)

San Giuseppe, assieme a Maria, incinta di Gesù, cerca un albergo, ma sono tutti pieni. Per forza non trovi un albergo libero: sei sotto Natale!
(Paolo Rossi)

(Maxime)

The Muppets: Ringing of the Bells

Indomabile

(Indomabile&Indomabilina)

It is Christmas in the heart that puts Christmas in the air
(W.T.Ellis)

(Lysa)

This Is Christmas Time – Mario Biondi

(LittleChini)

*Non so quanti giorni mancano al Natale, di MichiVolo*

(Fabrizio Casu)

Questa è la storia del povero albero di Natale nella terra dei micetti arrampicatori,
di Angela Anzeledda

albero natale maroffo.

(Anzeledda)

A Natale tutte le strade conducono a casa
(Marjorie Holmes)

albero frasca

(Frasca)

♪O Christmas tree – Wynton Marsalis ♪

FFrancesco

(FFrancesco)

Il Natale non è un evento eterno, ma un pezzo di casa
che ciascuno porta nel proprio cuore.

(Freya Stark)

marica

(Marica Gusmitta)

Jingle Bells in italiano tradotta con Google Translate

(Catepol)

Il Natale di casa mia, di Patrizia

(Xabaras)

xabaras2

(Xabaras)

Il momento più bello delle feste è quando si resta soli a sparlare.
(dal film “La famiglia“)

(FFrancesco)

I Saw Mummy Kissing Santa Claus – Amy Winehouse ♪

(Elenucci)

Conta da uno a cinquantadue, di Plus1gmt

.

(Neuromancer)

Babbo Natale ha avuto l’idea giusta – fare visita alla gente una volta all’anno.
(Victor Borge)

(Spikkia)

Anche quest’anno è già Natale – Andrea Mingardi ♪

(Clarissa)

Di santi, capre, folletti e di Babbi Natale, di Un Italiano in Svezia

(Nyft)

Se per Natale vuoi venire a casa mia – gli scrisse la fidanzata lontana – io sono contentissima. Così puoi innaffiarmi le piante mentre io sono in Mexico.
(Sauro Ciantini)

(Pieghinsky)

Una buona coscienza è un Natale perpetuo.
(Benjamin Franklin)

(Cernobil)

(Maria Serena)

*Le Strenne di Vittoria Nicolò

manu_andrea

(Manu&Andrea)

Stella che brilla bella favilla, della buia notte prima scintilla, tu che brilli di lassù
guarda me che son quaggiù e il mio desiderio esaudisci orsù …
noi ti chiediamo che sia Natale tutti i giorni
.”
(Qui, Quo, Qua)

(Nervo)

La neve, le luci, l’albero…Tutto qui quello che mi ricordo dell’incidente.
(Flavio Oreglio)

(Raffa)

C’era l’inverno
Soffiava il vento dalla steppa.
E freddo aveva il neonato nella tana
sul pendio del colle.
L’alito del bue lo riscaldava.

Animali domestici stavano nella grotta.
sulla culla vagava un tiepido vapore.
dalle rupi guardavano
assonnati i pastori gli spazi della mezzanotte.
Lontano era il campo della neve e il cimitero,
i recinti, le pietre tombali,
le stanghe di carri confitte nella neve,
e il cielo sul camposanto, pieno di stelle.

E li accanto, sconosciuta prima di allora,
più modesta di un lucignolo
nella finestrella del capanno,
tremava una stella sulla strada di Betlemme.
(Boris Pasternak)

(Ellebisla foto è storta, ma se ci cliccate su si raddrizza ;-) Ndr)

Away In A Manger – Lone Spring Arts

(Dania)

Ho deciso: per Natale regalo un visone a mia moglie. Vivo. E affamato.
(Marco Bernardini)

(LittleChini)

Alcuni suggerimenti per un regalo di Natale: perdono per un tuo nemico, tolleranza per un tuo avversario, il tuo cuore per un tuo amico, un buon servizio per un tuo cliente. Carità per tutti e buon esempio per i bambini. Rispetto per te stesso.
(Oren Arnold)

farmacia serra

(Edo e Maddalena Schenardi FarmaciaSerraGe)

(Annarella e i Trombonisti)

Natale. Guardo il presepe scolpito,
dove sono i pastori appena giunti
alla povera stalla di Betlemme.
Anche i Re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.
Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure di legno: ecco i vecchi
del villaggio e la stella che risplende,
e l’asinello di colore azzurro.
Pace nel cuore di Cristo in eterno;
ma non v’è pace nel cuore dell’uomo.
Anche con Cristo e sono venti secoli
il fratello si scaglia sul fratello.
Ma c’è chi ascolta il pianto del bambino
che morirà poi in croce fra due ladri?
(Salvatore Quasimodo)

(Giuliana Dea)

First Noel – Whitney Houston

(Giorgio Aliprandi)

*Il pastore, di Piero Bargellini*

(Tutti tranne me)

L’albero di Natale di Chuck Norris ha le palle quadrate.
(Mist Dietnam)

(Lorenzo)

Jul, jul strålande jul – Carola Häggkvist

(Roberto Felter)

Se fossi un filosofo, dovrei scrivere una filosofia dei giocattoli,
per dimostrare che nella vita non bisogna prendere nient’altro
sul serio
e che il giorno di Natale in compagnia dei bambini è una delle pochissime occasioni

in cui gli uomini diventano completamente vivi.
(Robert Lynd)

(Julian Khazzouh A_G)

Quest’anno passerò il mio primo Natale a Milano. Invece del bue e dell’asinello, nel presepe ho messo due borsette con dentro un chihuahua
(Daniela Farnese)

(Mar@)

*Santa Claus is dead, di Purtroppo*

(Tutti tranne me)

Una luce vermiglia
risplende nella pia
notte e si spande via
per miglia e miglia e miglia.
– O nova meraviglia!
O fiore di Maria!
Passa la melodia
e la terra s’ingiglia.
Cantano tra il fischiare
del vento per le forre,
i biondi angeli in coro;
ed ecco Baldassarre
Gaspare e Melchiorre,
con mirra, incenso ed oro.
(Gabriele D’Annunzio)

(Gilgamesh)

Nu Tändas Tusen Juleljus- Carola Swedish

(Elisa)

*Cantico di Natale, Charles Dickens*

(Chiaretta)

Fanno ancora degli alberi di Natale di legno? (Linus in A Charlie Brown Christmas)

(latartaruga)

Se quest’anno nessuno ha intenzione di mandarmi dei regali per Natale, non vi preoccupate. Ditemi solo dove abitate e io verro’ a prenderli da solo.
(Henny Youngman)

(Giuliadev)

*Alfred Hitchcock Cristmas*

manu_andrea1

(Manu&Andrea)

Nel buio della stanza
filtra un capello di luce
mentre noi tutti intorno
tratteniamo il respiro
nell’attesa di percepire
anche solo un vagito
che annunci un Nuovo Mondo.
(Mitì Vigliero)

(Instagramers Torino)

Non vi è nulla di più triste che svegliarsi la mattina di Natale e scoprire
di non essere un bambino
(Erma Bombeck)

(Cogitabondo)

Lode al gaio ceppo festivo!
Balzate, fiamme, balzate gioiose.
salute alla coppa colma di vino!
spumeggia allegro, roseo liquore.
Dorme nella mangiatoia il bambino.
Ragliare d’asini, muggire di buoi,
chiocciar di galline e canti di galli.
trabocca di gente stasera l’albergo,
in alto una stella splende e riluce,
prega il pastore accanto al suo gregge,
recano i Magi il dono regale,
cantano gli angeli in alto, nel cielo,
annunciano il dono divino d’amore.
Presto, bambini, svegliatevi tutti,
svegliatevi e udite l’angelico canto,
lasciate il sonno, è giunto ormai il giorno,
il giorno glorioso, è giunto Natale!

(Agatha Christie)

(Elena)

Chanticleer – Huron Carol

(Elenucci)

Un cane guardando un albero di Natale acceso:
“Finalmente hanno messo la luce in bagno”

(Romano Bertola)

cristina

(Cristina)

Hodie Christus Natus Est! – Choir of King’s College (Cambridge)

lilamarea

(LilaLaMarea)

Disse la madre: Lasciate socchiusa la porta, ch’egli verrà.
Fu lasciata socchiusa la porta: egli entra, disceso dall’eternità.
Per strade di neve e di fango gli fu guida la stella in cammino
nei cieli sol quando rinasce, dentro una stalla, Gesù Bambino…
(Ada Negri)

FFrancesco

(FFrancesco)

L’otto dicembre, di Claudiappì

claudippi

(Claudiappì)

FFrancesco

(Clara)

Vorrei poter mettere lo spirito del Natale all’interno di un barattolo
e poterlo tirare fuori mese per mese, poco alla volta”
(Harlan Miller)

Elena e sophie-natale-2012

(Elena Trombetta)

Quanno nascette Ninno

spikkia

(Spikkia)

I ricordi di un Natale alla vecchia maniera sono difficili da dimenticare.”
(Hugh Downs)

lucretia1

(Lucretia)

All Going To Die – Malcolm Middleton

lucretia

(Lucretia)

Chiaretta

(Chiaretta)

Non preoccuparti della dimensione del tuo albero di Natale.
Agli occhi di un bambino sono tutti alti 10 metri.

(Larry Wilde)

Shardana0

(Shardana)

Pea

(Pea Bukowski)

*Biglietto di auguri anonimo, di Guido Penzo*

kika

(Kika23)

joshua

(Joshua Held)

rosalba

Una stella nella notte viaggia solitaria
i suoi raggi di luce fendono l’aria.
Essa accende le speranze dei bambini
si ferma di casa in casa, sfiora i più piccini.
Ascolta tutti nel mondo intero,
anche quelli lontani nell’altro emisfero.
Raccoglie i desideri, i sogni e le preghiere,
li posa nella mangiatoia con un gesto lieve.
Si ferma, aspetta che all’alba si faccia chiarore,
si allontana silenziosa, sperando in un domani migliore!

(Rosalba)

grazia

(Grazia_to)

ecoalbero webcam_1

(Luca Perencin, Ecoalbero che potete anche accendere :-)

manuela

(Manuela)

Montserrat Caballé & Montserrat Martì – Leise rieselt & Stille nacht

luca perencin

(Luca Perencin)

wirta

(Wirta)

Christopher Lee a 90 anni canta “A Heavy Metal Christmas”

AlessandraC

(AlessandraC)

L’adulto non crede a Babbo Natale. Ma lo vota.
(Pierre Desproges)

isolavirtuale

(L’Albero che ride, di Rebecca e Fabio bimbi di IsolaVirtuale)

Angels We Have Heard On High – Lone Spring Arts

QUI i commenti su FriendFeed

Vi Racconto Gli Strani Presepi di Calvi, Modena, Manarola e Genova

In una commedia di Eduardo De FilippoLuca Cupiello chiede al figlio Nennillo* “Te piace ‘o presebbio?”, e quello risponde “No”.

Il monosillabo – quasi blasfemo se si pensa pronunciato nella patria dei figurinai di San Gregorio Armeno – è miccia scatenante di una serie di grane fino allora represse in casa Cupiello, simbolo concreto della disgregazione di quella che un tempo era uno dei capisaldi della società: la famiglia, rappresentata appunto da Giuseppe, Maria e il Bambino.

Il presepe in Italia è sempre stato – prima di venir affiancato o sopraffatto dall’albero, usanza che appartiene a culture nordiche- una sorta di roccaforte intimistica oltreché tradizionale: non v’era casa dove, l’8 dicembre, non venisse preparato a più mani familiari, in un rituale affettuosamente evocativo di ricordi.
Statuine magari sbreccate che si tramandavano da generazioni; specchietti come laghi, stagnola per i ruscelli, muschi per i prati e falde d’ovatta per la neve…

Ma per secoli anche Papi, ordini religiosi, nobili e ricchi borghesi, commissionarono presepi preziosi e  originali a grandi scultori; vere e proprie “sacre rappresentazioni” con decine di statue spesso a grandezza naturale, che purtroppo col tempo sono andate perdute.

Intonso invece è quello di Calvi (Umbria), nella Chiesa di Sant’Antonio, opera di Giacomo e Raffaele da Montereale (1545) .

30 personaggi in terracotta invetriata policroma che occupano tutta una parete in una scenografia a due piani: in basso la Famiglia e i pastori, in alto Magi e angeli.
Gli sguardi sembrano vivi, impressionante il realismo di certe figure come lo zampognaro che gonfia le gote suonando o il viso scavato e teso di Giuseppe.
Seduto tra un piano e l’altro, con le gambe penzolanti nel vuoto, un uomo dalla faccia deformata da una smorfia è colto nell’atto di togliersi una spina da un piede: dicono sia il Diavolo, furibondo per la nascita del Salvatore.

Sono solo 4 invece le statue del presepe del Duomo di Modena, ma bastano a renderlo unico: è conosciuto come “La Madonna della Pappa” (1482) di Guido Mazzoni detto il Paganino.
Al centro Maria, seduta con Gesù in braccio; inginocchiati ai lati Sant’Anna (la mamma della Vergine) e San Giuseppe; al suo fianco una buffa e cicciotta fantesca con tanto di cuffietta-crestina, che regge in una mano una ciotola e nell’altra un cucchiaio, su cui soffia per raffreddare la pappa (appunto) prima di darla al piccino.

(Presepe di Manarola, foto ©Vivilitalia)

Moderno e particolarissimo è il Presepe di Mario Andreoli sulla collina delle Tre Croci a Manarola, Cinque Terre.
Inizato nel 1960, conta più di 250 figure tutte costruite con materiale di recupero. E viene illuminato con 15000 lampadine, oggi alimentate anche con pannelli fotovoltaici che Andreoli, grazie al Comune, ha sistemato sul tetto della Capanna.

 Genova-Santuario_della_Madonnetta-20

Infine, spettacolare, il presepe della Madonnetta a Genova (qui un bel video sul Santuario); 100 manichini dal corpo in stoffa e mani, piedi, volti in legno: alcuni risalgono al ‘600 e sono del Giambattista Saggini, altri al ‘700 e vengono dal laboratorio del Maragliano.

Distribuite su 100 mq protetti da vetrate, le figure ci catapultano nella Superba di allora; il porto coi velieri, Sottoripa, le botteghe, Porta Soprana, oggetti quotidiani, personaggi d’ogni ceto vestiti di feltro, seta, juta, velluto; artigiani, popolani, pescatori, mercanti, contadini, nobili, facce volgari, serie, stupite, belle, rabbiose, sorridenti: le donne hanno gioielli veri.
La Famiglia e i Magi sono inglobati perfettamente in questo grande affresco.

Unico difetto: ci si perdono ore, a guardare tutto.

© Mitì Vigliero