Un giorno magico

E’ un giorno strano, vero, il 29 febbraio?

La sua storia ve l’ho già raccontata, e da una settimana è una delle più digitate sui motori di ricerca; arrivano tutti qui, centinaia e centinaia al giorno, cercando bisesto

E come vi ho spiegato, non è affatto un giorno difficile o da temere: raro e prezioso, è solo pieno di Magia

E proprio perché è un giorno particolare e tanto ricercato, desidero che chi arriva qui cercandolo si trovi segnalate solo cose fascinose.

-Lo sapevate che gli IP hanno un colore?-
Paul è un vero artista; e se cliccherete tutti sulla sua creazione contribuirete a creare un quadro multicolore.

Un blog che vivrà solo un giorno, come una farfalla-
Un’idea di HerzogFlaviano: dedicato al 29 febbraio, che arriva e se ne va.

Che cos’è il Vero Amore?-
Una risposta forse si trova nelle parole dell’uomo intervistato in questo articolo

Il test della personalità più veloce del mondo-
Qui

-“Se non rido, non vivo” Marina Garaventa-
Tutti qui la conoscete come Princy60; è Marina Garaventa, una delle donne più fascinose, divertenti, intelligenti e speciali che abbia mai conosciuto in vita mia. Nella blogosfera era all’inizio solo commentatrice; dopo aver studiato questo pazzo e meraviglioso mondo con l’attenzione di un’entomologa ;-), ha aperto un blog tutto suo. Nel frattempo ha pubblicato un libro, in cui ha raccontato la sua storia
Il libro è tutto da leggere, come il blog: consiglio vivamente le cronache di Villa Arzilla e Il Melodramma   , dove Marina sa parlarvi di musica classica in modo estremamente colto ma decisamente diverso e “familiare”: d’altronde, se non ne parla familiarmente lei, col papà che si ritrova…:-)

E per finire, a voi una domanda:

Se esistesse davvero un giorno magico – non come il 29 febbraio, che dopo 4 anni torna- ma un giorno che dura sul serio un giorno solo nella vita di ciascuno, per poi scomparire per sempre
Come lo impieghereste?

Mimosafiorita: Lo impiegherei a rivivere un bellissimo giorno d’estate,per me davvero indimenticabile,era il 15 Agosto 1980 Marina di Massa, dove c’erano tutti i miei cari,sorella, madre, padre, nonni materni e paterni, cugini e relativi genitori, nonche’ miei cari zii, tutti in un albergo sul mare, in grande allegria e grande giovinezza, noi eravamo dei ragazzi, e loro erano i cinquantenni che siamo noi adesso. Vorrei rivivere quel giorno, per dire loro, quanto gli volevo bene e quanto mi mancano tutti, e non essere stata la ragazzaccia intollerante, impaziente e disubbidiente che ero…e… che un po’ sono ancora

Roger: io vorrei rivivere il giorno in cui io e mia moglie abbiamo visto per la prima volta i nostri due figli.

Gianluca: forse mi farei raccontare da mio padre la sua vera storia, che non ho mai saputo. e poi andrei fuori a cena con lui.

Rosy: credo che davanti alla possibilità da te prospettata, l’imbarazzo della scelta sarebbe così dificile che, almeno a me, il giorno passerebbe senza riuscire a concludere nulla. Un po’ come l’asino di Buridano con le due mangiatoie insomma…

Cuoreanalfabeta: Semplice, lo trascorrerei facendo l’amore tutto il giorno con la mia ragazza su una spiaggia di un’isola tropicale.

Paz: Non lo so, probabilmente rivivrei il giorno in cui ho provato dentro me le sensazioni dell’amore, fu qualcosa di travolgente!

ZiaPaperina: Lo passerei coi Nonni in campagna. Una cosa che quando erano in vita, non ho fatto abbastanza spesso come avrei dovuto.

Luca: se avessi un giorno magico ? dopo aver letto la sua intervista probabilmente lo donerei a Prandelli.

Guido: Mi sdraierei su un campo arato da poco (su cui abbia appena piovuto), perchè anche il naso vuole la sua parte, e guarderei i giochi delle nuvole portate da un leggero venticello primaverile, sotto un cielo seren’azzurro. Chiuderei la giornata contando le stelle della via lattea.

AndreA: Mi piacerebbe poter rivivere una giornata bellissima dell’anno scorso…

Graziano: io lo impiegherei per fare del bene alle persone che hanno bisogno.

Tittieco: Vorrei rivivere assieme a mio marito, il giorno in cui, da fidanzatini giovanissimi, mentre camminavamo per strada e ridevamo come matti non curanti del mondo attorno, una signora vedendoci cosi’felici ci auguro’ di essere sempre cosi’ gioiosi e ridenti nei giorni a venire. L’augurio della signora si è avverato! Con tutti gli alti e bassi che la vita matrimoniale riserva ovviamente eh!!

Skip: sono un po’ nostalgica: rivivrei le emozioni di una stupenda giornata trascorsa a Capri con persone care: viaggio avventuroso in barca( perchè al ritorno cambiò il tempo e di conseguenza mare mosso) , risate ,nuotate e tuffi mentre visitavamo i luoghi più suggestivi dell’isola in un periodo di calma turistica. Il panorama da Monte Solaro , dove mare e cielo si confondono, è indimenticabile come quel senso di appartenenza e di recupero di radici che provo ogni volta che ci ritorno

Anna: In riva al mare, spiaggia deserta, con 2 libri, 50 gelati, almeno vent’anni di meno e 1 cane…

Briciola: io lo impiegherei innamorando.

Cristella: Stare insieme alle mie due figlie ventenni e parlare, parlare, parlare… dirci l’un l’altra tutto quello che non ci siamo mai dette. E avere la certezza, alla fine della giornata, che loro due faranno lo stesso anche senza di me.

Elisa: se avessi un giorno magico lo passerei…girando per il mondo, ascoltando le persone, le loro storie, i loro sogni, le loro delusioni e le loro speranze. e dopo averli ascoltati li abbraccerei, per ringraziarli di quello che mi hanno involontariamente insegnato.

Ciccioprof: io lo passerei a fare l’amore, nella speranza che arrivi un figlio.