Feta al Forno alla Placida al Galòp

Visto che qui son giorni di galòp, anche la Cucina di Casa Placida si adegua. 
Oggi Feta al Forno.

Per ogni commensale 1 fetta di formaggio greco Feta di 1 etto e mezzo.
Poi: pomodori, olive nere (io uso le liguri piccine picciò), capperi sotto sale, pinoli, olio d’oliva bòno, profumini freschi (basilico o menta o timo), origano, pepe nero. Niente sale, che già la Feta è salata di suo.
Carta d’argento.

Accendete il forno a 170°.
Tagliate una bella striscia di carta d’argento e mettetela in orizzontale. Poi un’altra sopra, in verticale, in modo da formare una croce.
Nel centro posate 4 fette di pomodoro ben vicine e spolverizzate di origano. Sopra, la fetta di Feta.
Sopra la Feta, un’altra fetta di pomodoro, poi 1 cucchiaino di capperini ben lavati e strizzati per togliere il sale, 1 cucchiaio di olivette (o un cucchiaio di fettine di oliva nera), 1 cucchiaino di pinoli, foglioline sminuzzate di basilico (o menta o timo), una spruzzatina di pepe nero, un filo d’olio.
Chiudere bene il cartoccio, schiaffare nel forno per 15/20 minuti.
Nel frattempo tagliare tante belle fette di pane fragrante. (Io questo piatto lo adoro mangiato con la focaccia…)
Sfornare, mettere il cartoccio su un piatto, aprire il cartoccio facendo attenzione a non ustionarsi.
Aggiungere ancora un filino d’olio.
E Buon Appetito.