Come dite voi “Chiacchierona”?

VAL D’AOSTA
bavàrda, brahòla, brehulì, giacatàna.
 
LIGURIA
ciancèta, ciaciarùna, ciarlàna, ciarlùnna, petegolòna, martiéla
 
PIEMONTE
babiàcia, bavàrda, cerevèla, ciaciarùna, cianciùnna, ciapulèra, ciaramelìara, ciarlùna, ciciarùnna, ganascèra, ganasùnna, lenguàza
 
LOMBARDIA
bausùna, ciaculùna, cicerùna, ciciarùna, lenguasciùna, slenguasùna, tambèrla, terlèca.
 
EMILIA-ROMAGNA
bacaiàn-na, bacaiòna, bartavèla, cicaràn-na, ciciaròna, cucaròna, slinguasòn-na, zbabaròna.
 
TRENTINO
baiòna, bàtula, batulòna, ciaceròna, ciaculòna, lengualùnga, zlambrotòna.
 
VENETO
ciaciaròna, ciacugliòna, ciacolòna, ciaquiòna, sigaiòna.
 
FRIULI
ciacaròna, petezzòna.
 
TOSCANA

ciarlòna, pettegolòna.
 
UMBRIA
ciarlòna
 
MARCHE
ciarlòna, chiacchiaràna
 
LAZIO
ciarlòna
 
ABRUZZO
chiacchiarésse
 
MOLISE
ciacciòsa, ciarlatàra
 
CAMPANIA
chiacchieréssa, ciaulòna, tràcchena.
 
PUGLIA
chiacchiarèsse, chiacchiaròsa, malalénga, quacquarèra.
 
BASILICATA
lennalònna.
 
CALABRIA
ciarratàna, lingualònga, parrettèra, vatalàra.
 
SICILIA
lingualònga, sciusciulùna, sparratùra.
 
SARDEGNA
ciacciaròna, limbimànna, limbùta, zarròna.

Altri?

Nicola Mattina: A Roma una che parla molto la chiamano “bocca a ciavatta”… invece una che bofonchia continuamente “pentola de facioli” :-)

Skip: In napoletano si dice nciucèssa ( ma significa pettegola). “Stancacervelli”, non è un termine dialettale, ma in uso nella mia famiglia e rende bene l’idea :)

Alianorah: Il figlio del Capo mi dice che sono come una grondaia sfondata in un giorno di pioggia. Ma non è un’espressione dialettale :-)

Roger: In Toscana CIANA….Ciana l’è una comare a bocca larga… sta attent’a quella là, perché l’è una ciana! (continua)

Caravaggio: in siciliano si dice anche liguapizzuta .

Maurizio: Culu te jaddhina (culo di gallina), nel leccese. *

Catepol: A Vibo/Calabria si dice “pittula

Marea di Luce: sempre in calabria, sulla costa tirrena: lingùta e cianciara.

Eli: …e se chiacchierando fa pure tanto chiasso, alla romana si dice che e’ una “caciarona

Tittieco: A Genova si dice anche: “ciattélla”.

Stefi: In prov di Milano si dice anche betonega [be’tonega], con “o” aperta. E vuol dire pettegola.

JillL: a Ferrara ciacarona  (parché la ciacara tant!!!)

Andrea Perotti: se non sbaglio in Ticino per dire che una persona è un chiacchierone si dice: “L’è un lapòn!” (deriva da “Lapa”) :)*

Buon Settembre!

september

Inglese September
Francese Septembre
Tedesco 
September
Spagnolo
Septiembre
Gaelico
Meán Fómhair (grazie a MademoiselleAnne)
Russo Сентябрь (grazie a Radiowaves)
Maori Hepetemamahuru (grazie a Roger)

Veneto Setenbre
Piemontese
Stèmber
Milanese 
Settémber
Friulano 
Setembar
Bolognese
Setamber
Sardo  Cabidanni o Cabudanni
(vedete che ho ragione? ;-)
Siciliano  Sittembri. (grazie a Caravaggio)
Molisano Sttiembr (grazie a Clò)
Riminese Setembre o Setembar (grazie a Cristella)

E negli altri dialetti o lingue?
E poi ricordate canzoni, poesie, proverbi che contengano la parola Settembre?

MaxG: Settembre di Venditti.

Shaindel: Sì, questa

Zazie: “settembre è il mese dei ripensamenti, sugli anni e sull’età. dopo l’estate porti il dono usato della perplessità” cantava Guccini. E io ho sempre sentito questa frase molto mia, perche’ a inizio settembre (il 9 del nove) ci sono nata.
Nel dialetto del paesino montano lombardo in cui sono cresciuta si dice Setember, con la S aspirata.

Maurizio: “Luglio, agosto, settembre (nero)” è il titolo della prima traccia del primo album degli Area, “Arbeit Macht Frei”, del 1973.

Adriano: Due canzoni: “Impressioni di settembre° della PFM:“Quante gocce di rugiada in torno a me..
Cerco il sole ma non c’è”. “29 settembre” di Battisti-Mogol

Mimosafiorita: SETTEMBRE cantata da Peppino Gagliardi

Clando: A proposito di rivoluzionare il calendario, mi viene in mente quello fatto dai francesi nel 1793. Noi oggi saremmo ancora in Fruttidoro (Fructidor) e dal 16 entreremmo in Vendemmiaio (Vendémiaire). In più avremmo le settimane di 10 giorni e non so se ce la potremmo fare. Mi dirai, già ora spesso si lavora il sabato e la domenica. Ma se oggi è il capodanno, allora tra 5 giorni “calza” a pennello un’altra festa.
Finisco con Settembre: una canzone molto Fortis.

Rosy: Agost brusabosc, setembar colapiomb (agosto bruciabosco, settembre colapiombo) qui in Ticino, per dire che l’estate non è affatto finita.

Luca: a me sinceramente non dispiace finisca l’estate ora che non vado più a scuola… però per consolarvi vi passo il mio amico Neil

ZiaPaperina: Il film “Torna a settembre”, con Rock Hudson e Gina Lollobrigida

Pietro Izzo: nessuno ricorda september di david sylvian!

Gemisto: Ricordo di Mary A. (di Bertolt Brecht)
Un giorno di settembre, il mese azzurro,
tranquillo sotto un giovane susino
io tenni l’amor mio pallido e quieto
tra le mie braccia come un dolce sogno.
E su di noi nel bel cielo d’estate
c’era una nube ch’io mirai a lungo:
bianchissima nell’alto si perdeva
e quando riguardai era sparita. (continua)

Tittieco: SEPTEMBER MORN cantata da Sinatra

Annarigheblu: “Settembre” , brano musicale di Sergio Cammariere

Gianluca: “September” dei grandi Earth Wind & Fire!! e poi la reminiscenza scolastica dell’incipit dannunziano dei “Pastori”: Settembre, andiamo, è tempo di migrare…

Roger: curiosità settembrine:
-Il 1° settembre dell’anno 5509 avanti Cristo inizia l’anno 1 del calendario bizantino. Secondo la tradizione bizantina questa è la data della creazione del mondo.
-È il 1° settembre 1981 quando l’IBM lancia sul mercato il primo Personal Computer. È il 5150, basato su processore Intel 8088.

Altre segnalazioni sono nei commenti.

Toccaferro in Pillole: il Granchio


(Paul Brent)

Secondo la tradizione antica, il granchio modula i suoi comportamenti e la sua vita biologica in connessione con la Luna e le sue fasi; infatti anche il segno zodiacale del Cancro è dominato dalla Luna.

Quando i granchi escono dal mare e si arrampicano sugli scogli o iniziano a camminare sulla spiaggia verso terra, significa che verrà una mareggiata con tanto di burrasca.

Nella Batracomiomachia si narra che nell’epica lotta tra le rane e i topi, i granchi si schierarono con le prime (di cui si consideravano cugini), mettendo in fuga i roditori.

Simboleggia riflessione e sicurezza, soprattutto quando bisogna prendere una decisione importante.

Sognarlo però indica “regresso“, o “attenti a un nemico“.

Lo scrittore umorista Enrico Bevilacqua (1869-1933), del granchio scrisse:
“Da loro impariamo la morale: beati coloro che camminano all’indietro, imperciocché il didietro non si turba agli ostacoli che attraversano il cammino”.

©Mitì Vigliero

In genovese si dice gritta
In piemontese granfi o granchi
In milanese, gàmber

e negli altri dialetti, come si dice “granchio”?

Skip: in napoletano si dice
rancefellone” per indicare il granchio di scoglio con chele grandi. Dal latino cancer(granchio)e da felon cioè fellone (traditore)
rancetiello” è il granchietto
rancio cacataro” è il granchio di scoglio nero
pumacchia” è il granchio di sabbia di colore chiaro (dialetto torrese)

AndreA: Sardo Campidanese (Cagliari) …CAVURU…la picola isoletta ISOLA DEI CAVOLI, in realtà si sarebbe dovuta chiamare ISOLA DEI GRANCHI, tutto è dovuto ad una ERRATA TRADUZIONE ed alla somiglianza della parola CAVURU a CAVOLO… ;-)

Dania: In napoletano è il rancio (fellone, quand’è grosso come diceva Skip) In Veneto è il granZo.

Cristella: Riminese: grènz, oppure granzèla o granzèvula. In tempi di miseria, erano ottimi i “brodetti di granchi”…Anch’io sono nata sotto il segno del Cancro, così come la città di Rimini. Infatti, nella Cappella dei Pianeti, all’interno del Tempio Malatestiano, c’è la veduta più antica della città giunta a noi, raffigurata sotto il segno del cancro (segno zodiacale di Sigismondo Pandolfo Malatesta). Ai curiosi, ecco il link

MaxG: Io in Veneto so granSo. Altrimenti maseneta. Invece la moéca (o mojeca o moleta) è il granchio dal guscio molle.