Bagagli e Click

Sommersa da pacchi, pacchetti, sacchi, sacchetti, scatole e valigie, sempre che il meteo sia propizio (cosa che finora non pare), m’accingo a raggiungere gatti, buone verdurine dell’orto, insetti, rumorosi silenzi e Bucolica Connessione.

Soprattutto “grazie” all’ultima, potrò connettermi solo a singhiozzo e seguendo il suo umore (di solito pessimo e lunatico).

A presto, spero!

Nel frattempo vi abbraccio forte forte.

E vi invito a cliccare QUI.

 

23 dicembre

Arrivata. Partiti col gelo (0°) alle 14 da Genova, trovato pioggia da Sestri Levante (13°) e diluvio da Spezia (15°).
Scampata l’esondazione del Magra, a Grosseto (16°, scirocco da tifone) la macchina è morta per due ore; non dava più segni di vita, manco una lucina, niente.  Fortunatamente eravamo da un benzinaio sull’Aurelia, e gli scrosci di pioggia li prendevamo solo di sbieco,  quando si infilavano spinti dal vento sotto la tettoia.  Arrivato il carroattrezzi, il carroattrezzista ha attaccato il coso per la batteria e immediatamente è resuscitata.  Ripartiti sotto l’acqua, senza mai fermarci per paura di rimanere turna bloccati, arrivati a Campagnano (17°) alle 22.
Scaricato le tonnellate di bagagli fra nugoli di gatti urlanti e zompettanti ovunque,  cenato con due fette di salame, raggiunto strisciando a mo’ di lombrico il letto, dormito sino alle 11. 
Disfatto bagagli, litigato con Bucolica Connessione che si rifiuta di farmi vedere la posta Tiscali, mi concede due minuti di quella gmail, mi obbliga a scrivere ‘sta minicronaca sul block notes per poterla copiancollare velocissima qui (tempo concesso sulblog non più di 4 minuti netti) , ora vado a rifocillarmi con la ribollita di mia suocera (la ricetta prossimamente qui, è speciale e consolatoria).
Ad ogni modo ho deciso che il Natale coi romani d’ora in poi lo festeggerò a giugno, onde evitare altri viaggi infernali fra bufere e tempeste, ché non c’ho più l’età, ecco.  ;-).
Però oggi c’è il sole.

PS La Bucolica Connessione colpisce anche i cellulari; in questa parte della valle funziona solo wind, mentre io ovviamente ho tim e vodafone. Ergo, mi è impossibile telefonare e ricevere se non quando sono a km da qui. Se ricambierò i vostri auguri telefonici o esseemmesoidi fra un paio di giorni, vogliatemi bene lo stesso eh? :-*

 

Di Partenze, Bagagli e Galòp

 

bagagli2

In pieno affanno partenza direzione Lazio, prima di staccare tutto qui guardo sconsolata l’ingresso zeppo di bagagli accatastati da caricare in macchina; valigie, sacche, pacchi, semi e piante per il giardino, tappeti, pacchetti regalo, due laptop, borse documenti, borse frigo, arnesi, trabiccoli, ravàtti e rebìghi vari.

Anche solo per un soggiorno di una sola settimana, ogni volta è un trasloco vero e proprio.

Vado giù non per vacanza, ma per galòp di vario genere; assistere gli operai che monteranno zanzariere su tutte le porte e finestre dei tre piani di casa, giretti per studi medici, commercialistici e televisivi, appuntamenti lavorativi sparsi per tutta l’Urbe, più varie ed eventuali.

Su queste pagine tornerò e scriverò, come sempre, appena mi sarà possibile; nel frattempo vi mando baci e abbracci, e vi lascio in compagnia del PlacidoTumblr.

Fate i bravi, Tesorimiei!

Mitì