Le Foto delle Vacanze: una tortura di ieri e di oggi

Ma ve le ricordate quelle terribili serate che tutti noi sugli “anta” abbiamo trascorso almeno una volta nella vita?

Di solito cominciava tutto con la telefonata di un amico il quale, appena tornato dalle ferie, ci diceva, garrulo e gentile:

“Domani sera vieni a cena da me insieme a un po’ di amici? Così dopo vi faccio vedere le diapositive dell’Inghilterra“.

Il dopo aveva sempre un che di sadico.

Trasformato il salotto in sala visione, l’ex vacanziero esortava gli ospiti a sedersi su divani e sedie allineate davanti a un enorme e traballante schermo in tela; poi spegneva tutte le luci e si piazzava di fianco al proiettore dicendo:

“Inizia lo spettacolo! Allora.Questa è la Torre di Londra…”
zac compariva sullo schermo la Torre di Londra.
“Questo è il Green Park” e zac appariva la Torre di Londra.
“Questo è Buckingham Palace” e zac saltava fuori la Torre di Londra.

Ciò accadeva perché -ricordate?- i proiettori s’inceppavano spesso e volenteri, mostrando perennemente la stessa diapositiva.

E chi proiettava se ne accorgeva sempre dopo gli ululati del pubblico esasperato dalla diciottesima visione della Torre di Londra perché, secondo me, dopo aver già visto trecento volte le dia delle sue vacanze, non guardava affatto lo schermo ma pensava ai fatti suoi.

E così riaccendeva la luce, trafficava per un’ora col caricatore e il carrellodelle dia, le faceva cadere tutte per terra obbligando gli spettatori a mettersi a gattoni sul pavimento per raccoglierle, le rimetteva in ordine di programmazione, rispegneva la luce e annunciava trionfante:

“Questa è la casa di Shakespeare” che, come tutti sanno, viveva nella Torre di Londra.

Ora le diapositive sono diventate praticamente reperti archeologici; oggi si usano magnfiche fotocamere digitali, con le quali è possibile immortalarecentinaia e centinaia di immagini senza preoccuparsi minimamente della pellicola, oggetto assai rimpianto dagli spettatori forzati di foto delle vacanze, perché aveva uno spazio limitato e prima o poi finiva; oltretutto aveva anche un costo, acquistarla, svilupparla, montarla…

E così uno faceva un po’ attenzione a quello che fotografava, studiava accuratamente inquadrature, esposizione, luce, e soprattutto cercava divagliare con cura  paesaggi e soggetti.

Per lo meno, se uno andava in vacanza in Inghilterra fotografava  Buckingham Palace e Green Park. E la Torre di Londra.
Insomma, fotografava Londra.
Si capiva che era stato a Londra.

Invece ora, in piena bulimia di pixel, spesso si perde ogni senso di spazio e luogo. Oltre che di misura, estetica e buon gusto…

Fateci caso.

Gente che fa le vacanze in luoghi meravigliosi, poi torna, vi telefona e vi dice:

“Domani sera vieni a cena da me insieme a un po’ di amici? Così dopo vi faccio vedere le foto dei Castelli della Loira

Trasformato il salotto in sala visione, l’ex vacanziero esorta gli ospiti a sedersi su divani e sedie allineate davanti a un enorme televisore ;  schiaffa un dvd nel lettore o una chiavetta direttamente nella tv, afferra il telecomando, spegne tutte le luci e dice:

“Inizia lo spettacolo! Allora. Questa è mia moglie che mangia un panino, questo sono io col cappello di paglia, ridicolo vero? Questa invece è la bambina che fa la cacca nel vasino, che tenera. Questa è un’amica che si lima le unghie, questo è suo marito che si allaccia le scarpe, questo è il mio nuovo IPhone,  questa è mia moglie che si depila le ascelle, questa è la macedonia che mangiavo sempre a colazione, questo è il cruscotto dell’auto, questa è la custodia della fotocamera del mio amico, questa è l’ombra della tetta destra di mia moglie, questo sono io che faccio pipì in una piazzola dell’autostrada, questa è l’acqua della piscina dell’albergo, questo è l’alluce sinistro di mia moglie, bello smalto vero?, questo il gelato che mangiava sempre mia figlia, questi sono gli occhi di mia moglie, qui si è fotografata riflessa di profilo nel bagno dell’autogrill, questo è il mio sandalo destro, questo il mio ginocchio sinistro …”

Millecinquecento.

Millecinquecento fotografie scattate a mitraglia durante una vacanza organizzata per visitare i Castelli della Loira, e non vedrete una maledetta immagine di castello manco a pagarla.

Il che, come diceva lui, è bello e istruttivo.

© Mitì Vigliero

E Di Nuovo Galòp

Fra poche ore, tutta una tirata da Roma a Genova.

La macchina stracarica come all’andata, identica la stanchezza, uguale l’ansia da lavoro e pensieri che mi/ci attendendono su.

Però il cuore è leggerissimo e colmo di affetto; i vostri auguri di ieri mi hanno reso enormemente felice.

Vorrei potervi ringraziare uno per una; e piano piano lo farò.

Per ora vi mando un bacio collettivo, grandissimo, e vi stringo forte forte in un abbraccio.

A domani, Tesorimiei.

E grazie ancora.

 

ViadelCamp 2010: la Meravigliosa Carica dei 128

(Il Bigo l’8 mggio 2010 ©Pietro Izzo)

Genova è gentile con chi la ama; ha regalato una splendida giornata a tutti quelli che hanno partecipato al Viadelcamp2010, un appuntamento fra amici riuniti tramite il web e che hanno scelto di  trascorrere una giornata serena in una città molto amata, parlando di cose allegre, mangiando cose buone, facendo tutto ciò che avevano voglia di fare, senza obblighi, senza stress, senza altri impegni che non fossero quelli di sorridere e stare bene.

 

(Le foto sono state prese su flickr , anche qui)

Dopo il pranzo – che ha dimostrato davvero la bontà della cucina genovese – il pomeriggio che abbiamo voluto lasciar libero prima dell’aperitivo al Palazzo Cicala ,ha lasciato ai Viadelcampisti piena libertà di scegliere cosa fare; c’è chi è andato all’Acquario, chi a far shopping in centro, chi ha passeggiato nei vicoli , chi ha visto i giardini degli antichi palazzi, chi è andato alla scoperta di Boccadasse, chi ha visitato i Rolli, chi le mostre a Palazzo Ducale e chi si è semplicemente seduto al sole a godere l’aria di mare.

Stefigno)

(Doge e Dogaressa per un giorno ©Gaspar Torriero)

(Un’occasione per vedere le nipotine lontane: io e Emma ©Gilgamesh)

Barbara, Confuso e io, con l’aiuto prezioso di Gaia e Enrico per la lista e di Fabs, Marina e Marco per l’accoglienza alla stazione, siamo stati felici e fieri di aver contribuito a formare questo grande incontro fra entusiasti appassionati della rete senza bisogno, per una volta, di conferenze, di tecnicismi, di guru, di gadget e persino di computer ;-).

Perché i Viadelcamp non han bisogno di null’altro se non del grande abbraccio di Genova a tutte quelle persone belle che con la loro presenza in un giorno speciale, l’hanno resa ancora più bella.


(foto ©Feba)

Ed ecco i magnifici 128 partecipanti, elencati qui esattamente come comparivano nella lista stesa al momento della distribuzione dei badge/bedgi:

1)Elenucci 2)Elena Delymyth 3)Manu 4)Samuele 5)Estroversa 6)Giorgio Zanetti 7)Carlotta Zanetti 8)Rossella 9)Mario 10)Rebecca 11)Alberto Leoni 12)Giulia Leoni 13)Maria Petrescu 14)Antonangelo 15)Maria Cuccaro 16)Luigi Gargiulo 17)Andrea Beggi 18) Andrea Contz 19)Pierluigi 20)Paola 21) Hook 22) M@nu 23) Max Uggeri 24) Giovanna 25)Paolina 26) Francesco Minciotti 27)Gaia Minciotti 28) Sir Squonk 29)Roberto Dadda 30)Davide 31) Lamarra Michela 32)Rey 33)Feba 34)Gilgamesh 35)Mistral 36)Emma 37)Gaspar Torriero 38)Elena Torriero 39)Oriella 40)Nikink 41) LittleChini 42)Azael 43)Khenzo 44)Clockwise 45)Gaia Giordani 46)Enrico Sola 47)Mitì 48)Fabio Castellano 49)R8401 50)Simply Giulia 51)Paolo Feadin 52)Haukr 53)Barbara Sgarzi 54)Pietro Izzo 55)Elena Zannoni 56)Confuso 57)Italo Vignoli 58)Tiziana Vola 59)Maura Tomei 60)Nessuno 61)Mezzomondo 62)Giovanna Piga 63)Patrizia Sanguineti 64)Marco Fantasia 65)Marileda 66)Sean Carlos 67)Riberta Milano 68)Figlio di Roberta Milano 69)Marito di Roberta Milano 70)Marina Rossi 71)Deviot 72)HoldMe 73)Stered 74)Carlo Stered 75)Dania 76)Dadevoti 77)Molengai 78)MatteOne 79)Figlio di MatteOne 80)Anna di MatteOne 81)Diletta 82)LaFra 83)Milo 84)Roberta Greenfield 85)Shannafra 86)William_Perry 87)Odeedo 88)Black cat Barbara 89)Vincio 90)Melly 91)Paola D. 92)Daniele Minotti 93) News Informatica Giovanni Minotti 94)Giovanni Sarbia 95)Moglie di Giovanni Sarbia 96)Sonia Figone 97)Giuliano C. 98)Rick Pocacola 99)Pocacola jr 10)Barbara Cagnone 101) Mod 102)Mazzei 103)Gatto Nero 104)Alessio Baù 105)Stefigno 106)Sogliadibronzo 107)Lara Informatica per caso 108)Vinz 109)Valle 110)Mafe 11)Gallizio 112)Amico Mafe 113)Amica Mafe 114)Bambino Mafe1 115)Bambino Mafe2 116)Bambino Mafe3 117)Bambino Mafe4 118)Bambino Mafe5 119)Circospetto 120)Clarissa 121)Momix 122)Luke 123)Laura Koan 124)Tambu 125)Estrellita 126)Caterina 127)Nicola 128)Marino.-

(©Laura KoAn)

Un abbraccio e un grazie speciale a quel tesoro e gran signore di Luca Bizzarri, che pur non essendo dei nostri ha voluto offrirci il brindisi alla fine del pranzo.

Un altro abbraccio stritolante a un altro Luca che, assente anche lui per lavoro, ci ha fatto trovare fantastici dolci al momento dell’aperitivo

E infine un grande bacio collettivo a tutti voi, grazie e a presto!

(©Laura KoAn)


(©No-Luogo)