Bucolici Appunti&Saluti&Felini

Immersa da tre giorni della Campagna Romana, accolta dal ciclone Lucy, presa tutta l’acqua dell’Urbe sul cranio, tentato di riordinare una casa semi-abbandonata da un anno, svuotato un freezer il cui contenuto è stato messo KO dalla nevicata di febbraio che ha fatto saltar la luce per 48 ore, osservato piangendo (da dietro i vetri delle finestre, visto che il muro d’acqua che cadeva incessante) i danni che la succitata nevicata ha provocato al giardino (disintegrate ginestre, abbattute yucche, stecchiti gelsomini, spaccati rami di pini e olivi), accompagnata perennemente dal concerto uccellesco che non s’interrompe manco sotto i nubifragi, velocissima, prima che la lentissima e irritante bucolica connessione mi abbandoni, vi mando un saluto e un abbraccio.

(Anche i gatti di casa mostran facce annoiatissime per colpa della pioggia)

(Resti di rami spezzati dalla neve e diventati futuri Ceppi Natalizi. Ne avremo almeno per 15 Natali)

 

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.
  • 15 April 2012 at 14:29Mitì Vigliero
    la gatta ha esattamente la mia espressione in questi giorni di tempo fetùso


6 Replies to “Bucolici Appunti&Saluti&Felini”

  1. Ho trovato per caso il vostro blog ed è stata una bella sorpresa. Un po’ di cultura e poesia in mezzo ai frettolosi contenuti del web. Complimenti, spero di potermi ritagliare qualche minuto per tornare a trovarvi.
    Grazie
    Alessandro

  2. Qui a Genova c’è il sole, ma la mia faccia guediana è come la loro!
    Nives

  3. Pingback: Placida Signora » Blog Archive » Bucolici Appunti: Parti in Contemporanea e Gattini Condivisi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.