Il Vero Capodanno


E anche quest’anno, a mezzanotte, scoccherà
quello che da sempre considero il  
Vero Capodanno.

E anche questa volta, come sempre, vi chiedo:

 Si è realizzato qualcosa di quello
che 
desideravate un anno fa?

E per questo Nuovo Anno,
cosa volete/progettate/sognate?

 

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.
  • 30 August 2010 at 22:14Mitì Vigliero
    Lo dico e scrivo da anni: "Non è il 31 dicembre, ma il 31 agosto. Un Capodanno molto meno mondano e decisamente più interiore, intimo: un Capodanno in cui non è obbligatorio divertirsi, ma riflettere, riordinando le idee. E allora, come ogni Primo dell’Anno che si rispetti, giochiamo a fare progetti e sogni: volete? Dichiariamo come abbiamo intenzione d’affrontare il nuovo anno che ci attende. Esprimiamo i nostri sogni e le nostre speranze, anche le più improbabili e fiabesche. E’ un gioco, no? Tutto è possibile, nel Regno della Fantasia e dei Sogni. Basta anche che solo l’idea ci regali un po’ di serenità e allegria."
  • 31 August 2010 at 07:57Librando
    Rileggo quello che scrissi. Piccole cose, ma immense: salute, tranquillità, dedicarmi di più a me stesso e a chi amo. Quest'anno lo ripeto.
  • 31 August 2010 at 08:04Mar@
    Sostengo da sempre questa teoria. Da sempre il mio calendario va per anni scolastici e non per anni solari... E poi "Settembre è il mese del ripensamento" cantava Guccini...
  • 31 August 2010 at 08:10Mitì Vigliero
    Lib, immense, sì.
  • 31 August 2010 at 08:12Chiaralice NiñaDeGB
    Settembre. Io lo aspetto sempre. Mi acchiappa una malinconia assurda che però fa aprte di me. TIro le somme e devo dire che quest'anno non posso lamentarmi, ho scoperto tante cose meravigliose sopratutto nell'ultimo mese e non voglio perdere nulla, anzi combatterò per averle ancora. Questo è il mio proposito. Combattere senza risparmiarmi per raggiungere il mio sogno. Da qui a un anno. Se i presupposti continueranno a essere gli stessi ce la farò perché ci tengo troppo.
  • 31 August 2010 at 08:13S.(.it)
    In effetti è anche il "capodanno scolastico".
  • 31 August 2010 at 08:13Mitì Vigliero
    Mar@, ripensamento e introspezione. :-*
  • 31 August 2010 at 08:15Mitì Vigliero
    Chiaralice, brava! :-*
  • 31 August 2010 at 08:15Chiaralice NiñaDeGB
    Grazie Mitì! :)
  • 31 August 2010 at 08:16Veru
    Io ogni anno a settembre prendo decisioni fondamentali: nel 2007 ho deciso di sposarmi, nel 2008 di traslocare, nel 2009 ho iniziato il trasloco e nel 2010 di andare all'estero. Direi che settembre è il MIO Mese:)
  • 31 August 2010 at 08:17Mitì Vigliero
    S.it, gli antichi si basavano - per l'inizio e la fine dell'anno - sui cicli naturali di Madre Terra. Noi su quelli scolastici (e lavorativi post ferie d'agosto in genere). In fondo non è poi cambiato molto ;-)
  • 31 August 2010 at 08:17Mitì Vigliero
    Veru, direi anch'io! ;-**
  • 31 August 2010 at 08:20anne67
    è così da sempre anche per me (http://tinyurl.com/33rmesl) e da qualche anno ho preso l'abitudine di festeggiare, a modo mio, Rosh Hashanah, il capodanno ebraico che coincide con la prima luna nuova d'autunno
  • 31 August 2010 at 08:25Mitì Vigliero
    anne, ed è quello "naturalmente" più vero :-*
  • 31 August 2010 at 08:45Stefano
    a ognuno il suo..tratto da Wikipedia... " nel Medioevo, molti paesi europei usavano il calendario giuliano, ma vi era un'ampia varietà di date che indicavano il momento iniziale dell'anno. Per esempio dal XII secolo fino al 1752 in Inghilterra e in Irlanda il capodanno si celebrava il 25 marzo (giorno dell'Incarnazione e usato a lungo anche a Pisa ed in seguito a Firenze) mentre in Spagna fino all'inizio del 1600 il cambio dell'anno era il 25 dicembre, giorno della Natività. In Francia fino al 1564 il Capodanno lo si festeggiava nella domenica di Resurrezione (chiamato anche stile della Pasqua), a Venezia (fino alla sua caduta, avvenuta nel 1797) era il 1º marzo mentre in Puglia ed in Calabria lo si festeggiava seguendo lo stile bizantino che lo indicava al 1º settembre. "
  • 31 August 2010 at 08:46Stefano
    forse hai un lontano avo calabrese o pugliese....
  • 31 August 2010 at 08:50Stefano
    io invece se fosse rimasta l'usanza di Pisa o Firenze,sarei nato a capodanno... il 25 marzo
  • 31 August 2010 at 09:13Mitì Vigliero
    Stefano, capodanno vagabondo ;-)


9 Replies to “Il Vero Capodanno”

  1. Sto relativamente bene in salute e cerco di farmi bastare questo, ma volendo essere moooolto materiale, vorrei andare negli Stati Uniti, spero di riuscirci il prossimo anno.

  2. L’itinerario dpenderà dalle condizioni di salute del conto corrente;)

  3. Sì Mitì, è arrivata la tesi e anche la laurea con il massimo dei voti e la lode, quindi posso dirmi soddisfatta. Ora sto meditando di proseguire, ma non ho ancora le idee chiare. Per il prossimo anno ci sono obiettivi difficili e importanti, per scaramanzia non dettaglio.

  4. Per me il 31 dicembre 2009 è stato un vero fine anno. Ho laciato l’Italia per trasferirmi in Sud Africa e sono arrivata proprio il 1 gennaio a Città del Capo. Volevo poter dire “anno nuovo, vita nuova”. La pura verità.
    Progetti tanti. Poco alla volta farò tutto!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.