Come Rendere Meno Noioso un Petto di Pollo, e Vivere Felici: Ricette

Sappiamo tutti che il Petto di Pollo fa bene alla salute.

E’ magro, rispettoso di fegato e stomaco, ciccina bianca educata e tanto perbene.

Però, santiddìo…

Quant’è noioso di sapore?

Eccovi dunque un paio di ricette di Casa Placida atte ad affrontarlo con gusto e soddisfazione.


Miniscaloppine di Petto di Pollo all’Arancia (o al limone, o al lime)


Battete furiosamente le fettine di petto di pollo sino a renderle piatte e sottili.

Tagliatele a scaloppine quadrate di circa 5/6 cm. l’una, e infarinatele leggermente, impilandole in un piatto.

In una larga padella antiaderente, fate sciogliere una noce di burro.

Quando è sciolto, mettete a rosolare le miniscaloppile a fuoco alto, facendole ben dorare.

Bagnatele poi col succo di 1 grossa arancia (o di 1 limone, o di 2 lime, fate un po’ come vi pare), in cui sia stato mescolato un pizzico di origano, sale e pepe e la puntina di un cucchiaino di senape.

Fate ridurre il sughino (non tanto), assaggiatelo, aggiustate di sale se è il caso, spegnete il fuoco, servite a tavola e pappate.


Insalata di Petto di Pollo


Battete sempre con furiosa violenza le fette di petto di pollo, appiattendole il più possibile.

Mettetele a marinare in un piatto fondo con due cucchiai d’olio, succo di mezza arancia (o lime, o limone, o pompelmo, o mandarino, fate vobis), pepe, origano, timo fresco, erba cipollina fresca, prezzemolo tritato, erbette varie (van bene tutte, pur che legali ;-)

Nel frattempo, in un piatto largo con bordi alti (io uso una pirofila) mettete uno strato piatto di sarsèt (soncino, valeriana, gallinella, o come chiamate questa insalatina qui)

Sopra il sarset, distribuite anelli di cipollotti di Tropea o piccini da insalata.

Sopra i cipollotti, fettine di pomodori ciliegino.

Versateci su olio evo emulsionato con succo dell’altra mezza arancia usata per la marinata (o lime, o limone, o pompelmo, o mandarino, fate sempre vobis), pepe, sale, origano, e tutte le erbette di prima.

Non mescolate.

Scaldate la piastra da bistecche (o una padella antiaderente)

Sgocciolate bene le fettine di petto di pollo marinate,  mettetele sulla piastra calda e fatele cuocere  ben dorate.

Tagliatele a striscioline e posatele a griglia sui tre strati di verdurine intrisi di condimento.

Servite a tavola con una paletta da lasagne, con la quale servirete ogni commensale prendendo lo strato di verdurine coperto dalle strisce di pollo.

Poi deciderà lui se mescolare tutto insieme o no (ché siamo in un paese democratico e ciascuno può fare un po’ come gli garba) ;-)

©Mitì Vigliero

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.
  • 29 July 2010 at 08:22Librando
    Ti informo che sto inoltrando queste tue ricette a tutto il Palazzo.
  • 29 July 2010 at 08:25Mitì Vigliero
    Comitato "Cambiamo look ai petti di pollo"!
  • 29 July 2010 at 08:27bak
    La seconda sarà mia (nella prima c'è il burro, mannaggia)
  • 29 July 2010 at 08:27Dodicidodici
    Io posso essere l'Ispiratrice Onoraria del gruppo? :)
  • 29 July 2010 at 08:30Mitì Vigliero
    bak, puoi metterci anche l'olio, poco anche lì, e viene buona lo stesso.
  • 29 July 2010 at 08:31Mitì Vigliero
    Dodicidodici, certo! una l'hai anche provata ;-*
  • 29 July 2010 at 08:34Mar@
    In cucina sono sempe alla ricerca di nuove idee. Gustose ricette semplici da realizzare. Grazie!
  • 29 July 2010 at 08:34bak
    Buono a sapersi :)
  • 29 July 2010 at 08:59Mitì Vigliero
    E' anche sopravvivenza. Ieri un'amica, che ha staccato il frigo/freezer prima di partire per le vacanze, mi ha portato 10 petti di pollo. ;-)
  • 29 July 2010 at 09:02aleza77
    ottimo... è praticamente l'unico tipo di carne che mangio! grazie
  • 29 July 2010 at 09:03Tourettina
    Brava Mitì, grazie! Ho pure io 10 petti di pollo da sgelare prima di staccare il freezer.. e li dobbiamo mangiare in 2!
  • 29 July 2010 at 09:07Mitì Vigliero
    aleza, :-)*
  • 29 July 2010 at 09:07Nasini
    a proposito dei modi per "truccare" i petti pollo http://www.burroealici.it/post/Pollo-tandoori-(piu-o-meno-una-cosa-simile).aspx
  • 29 July 2010 at 09:08Mitì Vigliero
    Tourettina, le uova vanno a dozzine. i petti di pollo a decine? ;-D Mi sa che ti conviene invitare un paio di amici e con la prima ne fai fuori più della metà
  • 29 July 2010 at 09:09Mitì Vigliero
    Alessandro, bella! :-*


14 Replies to “Come Rendere Meno Noioso un Petto di Pollo, e Vivere Felici: Ricette”

  1. belle e buone! (E poi mi piace come scrivi tu le ricette…quel battere violentemente le fettine pare catartico eheh)

  2. tagliare il petto a bocconcini, infarinarli per benino, scaldare in una padella un paio di noci di burro e tre cucchiai di olio extravergine di oliva, quando il burro è sciolto, adagiarvi i bocconcini infarinati facendoli rosolare ben bene a fuoco medio, una volta che i bocconcini sono ben dorati, alzare la fiamma, versare mezzo bicchiere di Porto e fiammeggiare per togliere l’alcool; cospargere con salvia tagliuzzata, far ridurre per qualche minuto l’intingolo e intanto rigirare i bocconcini per farli insaporire. Regolare di sale e pepe e servire.

  3. ma se li friggo altro che fegato mi SALUTA Comunque l’insalata è fantastica

  4. Grande Mitì! Sono riuscita a “svoltare” il mio petto di pollo di ieri sera con la prima soluzione- con il semplicissimo limone che avevo in casa…ma non vedo l’ora di provarlo anche con l’arancia appena torneranno in stagione!

  5. be se il petto di pollo lo mangi per salute e poi lo friggi con il burro..se lo mangi per sfizio ….tutto ok

  6. La seconda ricettina deve essere deliziosa, proverò di certo, grazie Mitì.
    L’insalatina noi in lessico familiare la si chiama sor-gino !
    ;-D

  7. Belle ricette e sicuramente buone ! Se fossi un pollo però, visto l’aumento dei consumi dello stesso indotti dal tuo Post, protesterei !!!

    Ciao a presto sui nsBlog

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.