L’Armadio delle Borse

borse

Ho deciso di riordinare l’Armadio delle Borse.

In Casa Placida, dicesi Armadio delle Borse (AdB) uno stanzino rettangolare di m. 3×1,50 ottenuto – durante l’invasione delle Truppe Cammellate- dall’unione di una piccola dispensa con un pezzo di corridoio che conduceva a una camera da letto poi tramutata in cabina armadio.

Nel centro c’è la porta e, in ciascuno dei due lati, una fila di 5 ripiani  di legno massiccio.

Nella parte sinistra (5 ripiani di cm. 100×80) ci stanno le valigie e le sacche da viaggio; in quella destra (5 ripiani di c. 100×50), le mie borse.

Tante borse.
Innumerevoli borse.
Io adoro le borse.
Secondo voi, esiste una donna che non ami le borse?

Dicevo, l’armadio.

Appena finita l’invasione delle Truppe Cammellate,  il suddetto armadio è stato sì riempito subito di valigie sacche e borsette, ma riempito nel senso di aprire la porta, prendere qualunque cosa somigliasse a una valigia una sacca o una borsetta e lanciarla abilmente sui ripiani, dove andava andava, tanto “Poi riordino tutto con calma”.

Nel frattempo ho smontato casa di mamma, ho affrontato un paio di gravi problemi che non sto a riesumare; morale,  passati due anni, l’armadio delle borse era rimasto abbandonato a se stesso. Tanto le valigie che usiamo di solito per i galòp stavano benissimo sotto i letti e le mie borse bivaccavano serenamente sparse in camera, appese all’attaccapanni in ingresso, mollate sulle varie sedie e poltrone di casa, infilate nell’armadio delle scarpe o incastrate fra i cappotti e i maglioni.

Ma l’altro giorno, entrata nell’AdB, prima sono inciampata in un immenso trolley e poi sono stata bombardata sul cranio, nell’ordine, da una valigietta rinforzata da laptop, una ventiquattrore rigida, uno zaino da montagna e una pesantissima nonché durissima Kelly.

Ho capito quindi che era in atto un ammutinamento, e che forse era il caso di riprendere in mano la situazione.
E poi lo sapete che ogni tanto mi prendono gli attacchi di Placida Casalinghitudine

Così, armata di pazienza e scala (ché ai ripiani alti mica ci arrivo), ho iniziato a sgombrare tutti gli scaffali, portando valigie, sacche, borse, trolley, beauty, pochette e affini in salone.

Dopo aver seppellito con quella roba due divani, quattro poltrone, tre tavolini, una fratina, un carrello e gran parte del pavimento, ho iniziato a fare un deciso repulisti: questa è vecchia, questo ha la zip rotta, questa mi è antipatica, questo ha un colore che non mi piace, però ha una bella forma, e la zip si può aggiustare, eh sì è vecchia però è robusta,  vabbé mi è antipatica solo perché me l’ha regalata quellollà, massì la tengo…

Poi facendo 30 volte avanti indrè dal salone all’AdB e 20 su e giù dalla scala, ho riempito tutti gli scaffali con le valigie, i trolley, i beauty, le sacche; insomma, tutta la roba da viaggio.

Poi son ritornata in salone, ho messo sul tavolo un grande asciugamano e ho iniziato a scrollarci su le borse, una per una.

Io non so, Tesoremie, come siano gli interni delle vostre borse.

So che i miei sono un incrocio fra la Caverna dei Briganti di Alì Babà, una vecchia cantina e un cestino della rumenta.

Su quell’asciugamano si è depositato di tutto:
caramelle (di ogni tipo), rossetti (5), accendini (12. E infatti non li trovo mai quando li cerco), penne (6), tabacco sfuso e sigarette orfane di pacchetto (a occhio, un paio d’etti), agendine/notes (3), biglietti dell’autobus usati (9), portacipria (2), orecchini (7 paia. Perché amo gli orecchini, li metto sempre quando esco, poi mi fanno male, li tolgo, li caccio in borsa e li dimentico lì), ricevute di ristoranti/bar/negozi/grandimagazzini (sono arrivata a contarne 30, poi mi son rotta), liste della spesa e foglietti non identificati (quelli non li ho contati proprio), occhiali da sole (2 paia), polaramin crema (3) e trimeton pastiglie (3.

Tutti nelle borse estive. Sono allergica alle punture degli insetti, e giro armata), chiavetta misteriosa (1), 5 guanti (non paia. 5 singoli, tutti diversi e tutti sinistri. D’inverno mi metto i guanti, poi non riesco a fare un tubo, così mi tolgo il guanto destro e lo infilo in tasca, dopo un po’ tolgo anche il sinistro e lo metto in borsa. Quelli nelle tasche dei cappotti li recupero. Quelli nelle borse cadono nell’oblìo), fazzoletti di stoffa (8), fazzoletti di carta (7 pacchetti tutti aperti), limette da unghie (1), depliant pubblicitari (innumerevoli), metro da falegname (1. Ecco dov’era finito), monete (1 ciotola. Facendo commissioni al galòp, i resti li lancio liberi in borsa), banconote (50 euro scoperti in un taschino interno di una miniborsina molto sberluccicosa ma totalmente incapace di contenere il mio portafoglio,  usata a un matrimonio due anni fa), grosse perle turchesi (30. Una collana che mi si era spezzata durante una festa a casa di amici, e che aveva coinvolto tutti gli invitati nel divertente giochino “mettiti gattoni e acchiappa i perloni!“), occhiali da vista (6 paia. Sono presbite, li dimentico sempre a casa, così ogni volta li ricompro in farmacia o al super sennò quando vado a far la spesa sono costretta ad abbordare le vecchiette occhialute dicendo loro “Scusi, lei che ci vede bene, mi legge per favore la data di scadenza di questo yogurt?”).

Dopo aver rifatto non so più quante volte avantindrè salone-AdB e sugiù per la scala, l’Armadio delle Borse presentava finalmente un aspetto umano.

Soddisfatta, ho preso in mano la ciotola delle monete, e le ho contate: 34 euro.
84, coi 50 ritrovati.

Giusto il prezzo di questa Nut.

Me lo meritavo un premio dopo tanta fatica, no?

©Mitì Vigliero

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.

38 Replies to “L’Armadio delle Borse”

  1. amenomale! pensavo di essere l’unica ad avere borse del 15-18…ma ancora in buonostatosipossonousare!!;-DDD

  2. Le borse raccontano molto e forse per questo motivo sono restia a buttarle. Quest’estate ho fatto anch’io un repulisti e ho trovato un esercito disperso di graffette,penne, matite, fazzoletti, biglietti, vecchie 500 lire ;)

  3. Argomento scabrosissimo le borse ne ho anche troppe, ma alla fine mi fisso con una sola e la porto tutta una stagione, per poi cambiarla con quella adatta alla stagione successiva e in genere ci trovo dentro sempre qualche piacevole sorpresina, tipo i 50 euro;@)

  4. il problema per me non è mettere in ordine le borse. il vero problema è riuscire a lasciarle in ordine.
    (buttare le borse vecchie? giammai! sarebbe come buttare un pezzo di cuoricino)

  5. buongiorno! fa piacere sapere che esistono altre persone disordinate come me. a proposito, tuo marito si arrabbia riguardo questi caos che altro non sono che l’origine di un ordine naturale che abbiamo nella testa? mio marito sempre e tantissimo, sembra un’erinni e promette, seriamente!, che mi lascerà. lo dice da 35 anni.

  6. io mitì le odio.
    le borse, dico.
    quelle a tracolla mi cadono dalla spalla. quelle a mano mi danno fastidio. non so mai dove metterla e mi sta sempre tra i piedi e quando non m’è d’impiccio vuol dire che m’hanno scippato. per fortuna in campagna la borsa non serve, qui si esce senza e se vado in città giro in bicicletta e tasche e cestino mi fanno da contenitore.
    oggi riposati.

  7. La Placida operatrice di borsa.

    “Soddisfatta, ho preso in mano la ciotola delle monete, e le ho contate: 34 euro.
    84, coi 50 ritrovati……”

    il Sole 48ore commenta ….

    “i titoli della “Borsa di Genova” hanno subito dopo la seduta odierna …caratterizzata da un saliscendi continuo … un netto rialzo ….i rendimenti sono stati tutti reinvestiti….”

    “era ora che passasse il maltempo,si intravedono schiarite,e si attende con ansia la prossima seduta del cambio di armadi…..”

  8. Spicciccata (uguale uguale) a me!

    C’ho pure la borsa da cane,
    quella nera, quella con tracolla “alla postina” per quando vado a passeggio con la mia MUNA !
    Un abbraccio

  9. Aglaia, pensa che ne ho alcune della fine dell’Ottocento (erano delle trisnonne), in raso, maglia d’argento, velluto…sarebbero da usare la sera, ma per me son sempre troppo piccole, ho troppa rba da portarmi dietro! ;-)

  10. Mimosa, mi sono comprata quegli “organizzatori” con tasche varie da mettere nella borsa, così quando la cambi – dicono- basta che sposti l’organizzatore da una borsa all’altra. Con me non funziona; dovrebb avere la capacità di un TIR, quell’organizzatore…;-D

  11. quando mia moglie dice….

    “…..mi pare di…AVERLO MESSO IN BORSA …”

    un brivido di paura mista a preoccupazione mi percorre ….. con un filo di voce chiedo…..

    “…..QUALE…?????????????????????…..”

    e mentre lei va a cercare io mi …..INGINOCCHIO E PREGO ….

    quattro anni fa cambiammo le serrature della porta di ingresso causa chiavi perse….che poi dopo qualche mese saltarono fuori…erano finite fra la fodera e la pelle di una borsa….

  12. Nella stanza da stiro e dei ravatti (?) ormai si entra solo col lanciafiamme. il condominio ha proposto una petizione per far intervenire un disinfestatore.

  13. Come te e tutte noi amo le borse. E devono essere borse grandi, grandissime. Sono stata felice che fossero di moda le maxibag. Solo che più una borsa è grande, più è grande quello che ci resta dentro. Più che un asciugamano a me servirebbe un lenzuolo!! ;o)

    Vorrei notizie di quella borsa in basso, fra la viola e la verde, please.

  14. la mia signora ha un vero e proprio museo della borsa non più in uso; ogni tanto le ricordo che sarebbe giusto cacciarne via qualcuna, ma credo sia impossibile

    è evidente che alcune persone percepiscono il confine di sè esteso alla superficie delle proprie cose, per cui una persona “è” anche le proprie cose

    in fondo, anche il nostro corpo è una borsa che contiene noi stessi, siamo solo una borsa che pensa, in definitiva

  15. la borsa è un pezzo di casa che mi porto dietro, piena di cose inutili ma che potrebbero servire e l’unica volta che esco con la borsinaa in cui non ci sta nulla, chiavi e patente a parte, è la volta che sarebbe servito l’ago con il bottone…

  16. Mi sono divertita moltissimo con questo post. La cosa più bella è quando si trovano i gruzzoletti dimenticati. Hai ragione: il premio è meritato!

    Ma cosa sarebbe la donna senza una borsa?
    Peggio che nuda…

  17. Ho appena fatto il trasloco e ho vissuto la tua stessa drammatica esperienza con le borse. Penso che guardare dentro a TUTTE le borse faccia addirittura dimagrire tanto è noioso. E poi c’è una costante: anch’io avevo perso il metro di legno e l’ho ritrovato!

  18. Mitì sei un mito! Adoro le borse da quando avevo credo 4 anni e mezzo e mi sono presentata al battesimo di mio fratello con un delizioso cestino di vimini laccato di rosso. Ne avrei accumulate montagne, ma ogni tanto smaltisco perché non ho dove metterle. Però sono anche come mimosafiorita, compero varie borse, mi innamoro di modelli diversi, poi ad ogni stagione ne porto solo una, perché detesto spostare tutto da una borsa ad un’altra. Ho un’amica che, alla bisogna, è capace di fare questa operazione anche tre volte in una giornata.
    Ah si conosco una donna a cui le borse non interessanno, mia cognata, ma sorella di mio marito e a dire il vero anche mia suocera. La seconda mette tutto nelle tasche, l’altra non è interessata. Peccato. Ad ogni modo mia suocera non ama neanche stare al telefono (la Vigilia di Natale durante una discussione mi ha detto che sono una di quelle “donne sceme che stanno sempre attaccate al telefono a dire cavolate”) e voia la conoscete una donna che non ama stare al telefono?

  19. Leggendo il tuo post, esilarante come al solito, mi è subito venuta in mente lei.
    Bacio Mitì!

  20. era da metà post che mi aspettavo che la conclusione fosse l’acquisto di un’altra borsa
    :-)
    Carina, mi hai dato un’idea, ma voglio prima vederla e toccarla. Ho bisogno che la borsa mi stimoli anche il tatto e l’olfatto, non mi basta la vista.
    Comunque ti invidio molto l’AdB.

  21. Ho appena acquistato la nuova borsa “da tutti i giorni” per l’anno 2010.
    Nel trasloco dalla vecchia alla nuova ho recuperato la mia matita per occhi preferita, che era scomparsa circa 3 mesi fa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.