Visite

Ieri sera, mentre con FabioEnrico e Gaia aspettavamo che finisse di cuocere il Coniglio alla Papà Pippo (ricetta che vi darò in questi giorni), hanno suonato alla porta.

Una visita che aspettavamo, visto che avevamo appiccicato sull’uscio il segnale convenuto (le madri genovesi della via dove abito sono in gamba; avvisano prima con grandi cartelli posti negli ingressi dei palazzi, dicendo: Loro verranno. Se li vuoi, metti sulla porta la zucca lasciapassare).

Ed eccoli, i nostri visitatori,   fotografati al volo da Enrico con l’iphone, mentre Fabio diceva: “Sorridete!”

Prima un timido gruppetto:

halloween marcopolo1

 

halloween marcopolo2

Poi il gruppo al completo (anche se si è Esseri dell’Altromondo, è complicato salire le scale abbigliati così e cercando di non imbelinarsi giù dai gradini…;-)

halloween marcopolo3

 

 

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


13 Replies to “Visite”

  1. Ma che belli! Non approvo gli adulti mascherati ad Halloween, ma i bambini capisco si divertano da matti ;D

  2. A me piace quello nella terza foto, che ride e si nasconde la bocca della maschera con la mano :D

  3. Quell’Erripotter con la lingua di fuori è troppo simpatico. Mi sa di capobrigata…
    In effetti, di importazione o meno, che ci si una festa che riversa ancora i giovani virgulti per le strade [anche se giustamente scortati a vista da qualche adulto] mi pare una bellissima cosa.

    E credo che questo potrebbe chiudere il dibattito “Halloween sì, Halloween no”, magari aggiungendo che un adulto che si maschera a comando è invece di una trishtezza inaudita.

  4. Anche da me sono venuti! Non me li aspettavo assolutamente, fortuna che a casa nostra i dolcetti non mancano mai! Spero che i gemelli non si accorgano che ho dato via i loro pupazzetti di zucchero… :-)

  5. è bello se vengono a casa…….. ma se hai una pasticceria puoi immaginare il delirio si sabato pomeriggio?

  6. ouf!!
    anche anoi ci hanno suonato, e al suon di “no, niente dolcetti”, ci siam beccati un bel “et meeerde!”

  7. Pingback: Placida Signora » Blog Archive » Il Coniglio alla Papà Pippo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.