Il Vero Capodanno

Vi ricordate, vero, che oggi a mezzanotte sarà
il Vero Capodanno?

E anche questa volta vi chiedo:

 Si è realizzato qualcosa di quello
che
desideravate un anno fa?

E per questo Nuovo Anno,
cosa volete/progettate/sognate?

 

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.
  • 30 August 2010 at 22:14Mitì Vigliero
    Lo dico e scrivo da anni: "Non è il 31 dicembre, ma il 31 agosto. Un Capodanno molto meno mondano e decisamente più interiore, intimo: un Capodanno in cui non è obbligatorio divertirsi, ma riflettere, riordinando le idee. E allora, come ogni Primo dell’Anno che si rispetti, giochiamo a fare progetti e sogni: volete? Dichiariamo come abbiamo intenzione d’affrontare il nuovo anno che ci attende. Esprimiamo i nostri sogni e le nostre speranze, anche le più improbabili e fiabesche. E’ un gioco, no? Tutto è possibile, nel Regno della Fantasia e dei Sogni. Basta anche che solo l’idea ci regali un po’ di serenità e allegria."
  • 31 August 2010 at 07:57Librando
    Rileggo quello che scrissi. Piccole cose, ma immense: salute, tranquillità, dedicarmi di più a me stesso e a chi amo. Quest'anno lo ripeto.
  • 31 August 2010 at 08:04Mar@
    Sostengo da sempre questa teoria. Da sempre il mio calendario va per anni scolastici e non per anni solari... E poi "Settembre è il mese del ripensamento" cantava Guccini...
  • 31 August 2010 at 08:10Mitì Vigliero
    Lib, immense, sì.
  • 31 August 2010 at 08:12Chiaralice NiñaDeGB
    Settembre. Io lo aspetto sempre. Mi acchiappa una malinconia assurda che però fa aprte di me. TIro le somme e devo dire che quest'anno non posso lamentarmi, ho scoperto tante cose meravigliose sopratutto nell'ultimo mese e non voglio perdere nulla, anzi combatterò per averle ancora. Questo è il mio proposito. Combattere senza risparmiarmi per raggiungere il mio sogno. Da qui a un anno. Se i presupposti continueranno a essere gli stessi ce la farò perché ci tengo troppo.
  • 31 August 2010 at 08:13S.(.it)
    In effetti è anche il "capodanno scolastico".
  • 31 August 2010 at 08:13Mitì Vigliero
    Mar@, ripensamento e introspezione. :-*
  • 31 August 2010 at 08:15Mitì Vigliero
    Chiaralice, brava! :-*
  • 31 August 2010 at 08:15Chiaralice NiñaDeGB
    Grazie Mitì! :)
  • 31 August 2010 at 08:16Veru
    Io ogni anno a settembre prendo decisioni fondamentali: nel 2007 ho deciso di sposarmi, nel 2008 di traslocare, nel 2009 ho iniziato il trasloco e nel 2010 di andare all'estero. Direi che settembre è il MIO Mese:)
  • 31 August 2010 at 08:17Mitì Vigliero
    S.it, gli antichi si basavano - per l'inizio e la fine dell'anno - sui cicli naturali di Madre Terra. Noi su quelli scolastici (e lavorativi post ferie d'agosto in genere). In fondo non è poi cambiato molto ;-)
  • 31 August 2010 at 08:17Mitì Vigliero
    Veru, direi anch'io! ;-**
  • 31 August 2010 at 08:20anne67
    è così da sempre anche per me (http://tinyurl.com/33rmesl) e da qualche anno ho preso l'abitudine di festeggiare, a modo mio, Rosh Hashanah, il capodanno ebraico che coincide con la prima luna nuova d'autunno
  • 31 August 2010 at 08:25Mitì Vigliero
    anne, ed è quello "naturalmente" più vero :-*
  • 31 August 2010 at 08:45Stefano
    a ognuno il suo..tratto da Wikipedia... " nel Medioevo, molti paesi europei usavano il calendario giuliano, ma vi era un'ampia varietà di date che indicavano il momento iniziale dell'anno. Per esempio dal XII secolo fino al 1752 in Inghilterra e in Irlanda il capodanno si celebrava il 25 marzo (giorno dell'Incarnazione e usato a lungo anche a Pisa ed in seguito a Firenze) mentre in Spagna fino all'inizio del 1600 il cambio dell'anno era il 25 dicembre, giorno della Natività. In Francia fino al 1564 il Capodanno lo si festeggiava nella domenica di Resurrezione (chiamato anche stile della Pasqua), a Venezia (fino alla sua caduta, avvenuta nel 1797) era il 1º marzo mentre in Puglia ed in Calabria lo si festeggiava seguendo lo stile bizantino che lo indicava al 1º settembre. "
  • 31 August 2010 at 08:46Stefano
    forse hai un lontano avo calabrese o pugliese....
  • 31 August 2010 at 08:50Stefano
    io invece se fosse rimasta l'usanza di Pisa o Firenze,sarei nato a capodanno... il 25 marzo
  • 31 August 2010 at 09:13Mitì Vigliero
    Stefano, capodanno vagabondo ;-)


34 Replies to “Il Vero Capodanno”

  1. Desideri? Come l’anno scorso salute, serenità e stabilità. Quest’anno la serenità non è stata al massimo. Io continuo a desiderarla. Buona settimana Mitì.

  2. Quest’anno la salute ha un pò disertato, ma ora tutto bene,a Dio piacendo spero di contunuare così, nient’altro. Ciao Mitìca buon tutto.

  3. Per me va bene cosi’, se poi si avvera qualcosina nascosta nel mio corason andrà ancora meglio!
    Buona giornata Mitì e buona fortuna s’intende!
    ;-)

  4. E’ verissimo che è settembre il primo mese dell’anno, non gennaio. Io spero solo nella serenità e nella buona salute. Niente di più.

  5. Che l’anno nuovo sia come quest’anno passato per quanto riguarda la mia vita personale. Per la vita del Paese…vorrei un po’ più di buon senso e serietà da parte di tutti. Ma tutti tutti!

  6. Avevo desiderato di diventare Miss Italia o, in alternativa, la pace nel mondo. A Miss Italia non hanno accettato uomini con la barba, per la pace nel mondo…pace. Per il prossimo anno? Mi basterebbe sognare ad occhi aperti perchè: chi vive sognando almeno si diverte!

  7. altrochè se si è realizzato il mio sogno!!!
    mi sono trasferita di città, lavoro in un posto nuovo e vicino al mio amato bene!!!
    no il Lucano non lo pretendo son felice così!!!;-))))))))))
    infiniti auguri a te e a tutti voi per il nuovo anno!!!
    un megabacio cara!!
    ma come sta la tua caviglia???
    spero guarita stèla!!;-D

  8. Sei rimasta prof inside Mitì, se la pensi così!
    Che dire? Che Dio ce la mandi buona :-)
    Auguri, collega

  9. Beh leggendo le mie parole dell’anno scorso vedo che le cose sono cambiate molto!(tono ironico). Mi viene da quotare le parole di Alianorah: “Porca miseria, quello che desideravo un anno fa non si è realizzato e il peggio è che è la stessa cosa che desidero quest’anno e tutto mi fa pensare che anche stavolta andrà buca.” Quest’anno facciamo che non desidero nulla che è meglio?

  10. è andata abbastanza bene, ma purtroppo, ogni anno che passa, sarà che si diventa sempre più vecchi (o meno giovani, che è poi il problema), ogni anno che passa più che altro si spera che non arrivino dei guai, che possono derivare dalla semplice ruota del tempo (chi ha circa 50 anni e non è carico di palanche con cui pagare servitori e badandi in abbondanza, ha spesso genitori anziani, con i loro acciacchi sempre più pressanti, e poi anche il corpo di chi ha oltre i 50 comincia con le sue crepe); insomma francamente ci va di lusso se non succede niente e tutto rimane com’è; il lusso del futuro, delle aspirazioni, è roba da giovani; oltre a tutto c’è anche sta benedetta epidemia che ci incupisce l’orizzonte dell’autunno; io mi accontento che non succeda niente, è già grasso che cola

  11. Ho appena pubblicato un post simile su FB… uffa adesso il mio sembra copiato!

    Non so cosa porterà l’anno nuovo, i cambiamenti mi terrorizzano (di solito sono peggioramenti) ma per una volta l’orizzonte non è carico solo di funesti presagi e il solo fatto di poter desiderare qualcuno invece di qualcosa è un bel fuoco d’artificio per questo capodanno.

  12. @ uzi : non è che siano di solito peggioramenti, è che questi sono preponderanti, in quanto sconquassano il nostro equilibrio e richiedono ogni nostro sforzo per risolvere questioni in sospeso. Il segreto sta nel bilanciarli sapientemente creando occasioni di soddisfazione NONOSTANTE tutto! E’ difficile, spesso all’inizio si cade in una quotidianità altalenante, ma spesso i momenti down diventano sempre più veloci e se ti rilassi, anche in questi periodi ti ritrovi a sorridere ed a chiederti, ma che caspio ho da ridere che sono nella melma…. fa niente… tirem inanz e via col vento!

    ciao bella e Placida Signora, scusa l’intromissione a commentare uzi, ma mi è “scappato” il parere dalle dita…;)*

  13. facendo una rapida statistica dei blog, ho notato che un sacco di gente (come me per esempio) considera il primo settembre il vero capodanno.

    ma tanti eh?!?!?
    I post con i buoni propositi si rincorrono nella blogosfera…
    e quindi mi complimento anche con te per l’argomento!
    w il capodanno!! :)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.