Perché si dice: Tavolo Fratina

Era l’antico e tipico tavolo dei refettori dei conventi medioevali; un’asse di ripiano lunga e stretta ma molto spessa, sostegni dritti e squadrati all’estremità che posavano su piedi “a pattino” collegati da una lunga traversa longitudinale.

Un tavolo semplice e austero, lungo il quale i confratelli sedevano assai vicini e che, per la logistica della sua forma, obbligava a una “fratellanza” cortese nel porgersi cibi, bevande e pane l’un l’altro.

Da quella origine, il termine “fratina” si è esteso ad indicare qualunque tavolo lungo, stretto e in legno naturale; alla fine del XVII la forma delle gambe variò in quella di due lire (strumenti musicali) collegate fra loro da una traversa. 

E  non tutti sanno che “fratina” è anche il nome di una sedia, nata in Inghilterra  verso la metà del Cinquecento; ora è pressocché introvabile (anche come immagini: ho scovato solo questa rivisitazione moderna, ma che rende abbastanza l’idea).

Veniva chiamata monk’s chair o chair table, aveva uno schienale altissimo che si estendeva sopra e sotto il piano del sedile; usando dei perni si poteva abbassare diventando un piccolo tavolo, sempre della forma “fratina”.

©Mitì Vigliero

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


22 Replies to “Perché si dice: Tavolo Fratina”

  1. “E non tutti sanno che “fratina” è anche il nome di una sedia, nata in Inghilterra verso la metà del Cinquecento; ora è pressoché introvabile ……”

    direi nella sua forma ricorda un trono o …soglio…che dir si voglia(…fonte Wikipedia…:…Il soglio è un particolare tipo di trono cerimoniale in uso presso i tardi Imperatori romani e i Papi. Il termine deriva dal latino solium col significato di “luogo in cui ci si siede”, cioè “seggio”.

    Originariamente il termine si riferiva ad una semplice sedia rettangolare, dotata di un’alta spalliera e di braccioli dai fianchi pieni, utilizzata tipicamente dai sovrani quale forma protezione per eventuali attacchi a tradimento alle spalle o ai lati. Attualmente è utilizzato con particolare riferimento al trono Pontificio e, per estensione, all’ufficio stesso del Papa….)….in Italia si sta pensando alla sua reintroduzione per uso in ambito politico ed istituzionale ,visto che….nella funzione sedia..o trono…conferisce molta importanza(e protezione9 a chi vi siede e deve prendere decisioni importanti…nel contempo in caso di errori decisionali,consente di “aprire un tavolo”…con la parte avversa dando così un immagine autoritaria si…ma anche “democratica”…insomma una sedia utilissima per il suo….TRASFORMISMO…

    per quanto riguarda il tavolo fratina…lo trovo scomodissimo

  2. Le fratine non sono comodissime come tavoli, però sono indubbiamente un grande tavolo in poco spazio :)

  3. Ho lavorato quattro anni in un negozio di antiquariato , il tavolo lo conosco, ma la sedia devo confessare di no; comunque, è vero, un po’ macabra lo è!
    Ciao Miti’

  4. una volta mio nonno(nato nel 1891) quando era vivo mi raccontò di una disputa per una eredità ,avvenuta ai tempi in quando lui era giovane…il disaccordo fra gli eredi era tanto forte che….arrivati alla spartizione del mobilio della casa..per finire le discussioni con salomonica decisione…un tavolo fu segato in due…
    ..
    chissà cosa se ne fecero poi….???…MAH..

  5. il tavolo che preferisco è quello che ho in cucina….un tavolo grande in legno di castano …rettangolare…robusto…e con un bel piano in marmo di Carrara….semplice e pratico..
    la fratina…lasciamola hai frati…che loro mica devono spiarci le pizze…

  6. Proprio l’altra domenica ho potuto vedere una serie di questi tavoli (anche se li ricordo leggermente diversi…) nel loro “ambiente naturale”, il refettorio dell’Abbazia di Casamari, molto austero, a due navate, con robuste colonne centrali.
    Non ho pubblicato la foto nel post, perché poco chiara…
    Un abbraccio e buon fine settimana

  7. eh sì. bello ma scomodo.
    la sedia non la conoscevo. non è da sonnellino, però.

    buon finesettimana, mitì. ti riposerai?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.