La Pasta ai Porri e Olive della Mapi

Le Ricette di Casa Placida

Che si chiami Mapi l’autrice di questa ricetta di pasta al forno trovata fra le pagine del libro di mamma lo so perché è scritto con grafia svolazzante in calce a una lettera.
Una lunga lettera, perché è lunga la ricetta.
Dopo aver trascorso un’ora circa a decifrarla, ve la riporto: mi pare proprio sia diversa dal solito.

Ci vogliono:
400 gr. di maccheroni
10 porri
200 millilitri di latte
2 spicchi d’aglio
20 gr. di farina
1 etto di olive nere snocciolate e tagliate a fettine
1 etto e mezzo di gruviera
1 scatoletta di pomodori pelati
1 cipolla
olio
sale
pepe

Allora devi fare una besciamella con il latte e la farina; poi ci aggiungi metà della gruviera che avrai prima grattugiato, e sale e pepe e metti lì (sic).

Intanto che fai bollire i maccheroni, triti fini fini, anzi, mettili nel frullatore, i pelati, gli spicchi d’aglio e la cipolla.

Poi pulisci i porri, li tagli per il lungo e ne fai tocchetti lunghi un po’ più di una falange (almeno credo ci sia scritto falange…).

La pasta sarà cotta al dente quindi scolala, passala un attimo sotto l’acqua fredda e mettila lì (risic) ad aspettare. E accendi il forno a 200 gradi.

In una padella metti un po’ d’olio e passaci per una decina di minuti i porri, spegni il fuoco e tienili lì (ri-ri-sic).

Ora prendi la teglia alta per la pasta al forno, ungila; poi fai uno strato di maccheroni, uno con la salsa di pomodori e aglio, uno coi porri e le fettine d’oliva. Dovrebbe uscirci un altro giro di maccheroni-salsa-porri e olive. Se no ne basta uno.

Copri tutto accuratamente con la besciamella, e copri la besciamella con l’altra metà della gruviera grattugiata.

Metti in forno e cuoci per mezz’ora, più o meno; insomma, quando si è sciolto bene e dorato il formaggio vuol dire che è pronta da servire a tavola.

©Mitì Vigliero

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


21 Replies to “La Pasta ai Porri e Olive della Mapi”

  1. Avevo letto Intanto fai bollire i maccheroni triti [tritati N.d.A.] fini fini, anzi, mettili nel frullatore e mi chiedevo se andassero tritati cotti o crudi. E nel secondo caso mi immaginiavo le schegge impazzite distruggere il bicchiere del frullatore. Una cosa un po’ splatter, insomma…
    Comunque sa di buono. Magari non leggerissima, ma da provare.

  2. Ma sai che deve essere meravigliosa?? Poi io ADORO i porri!!

    Stampo subito la ricetta e la metto lì ;O)

  3. Mi fa morire come è stata scritta!
    La farò, perché i porri sono anche la mia passione. E sopporterò anche la besciamella! ;o))

  4. Di sicuro è buonissima, quando provero’ a cucinarla non mettero’ gli spicchi d’aglio perchè in famiglia l’aglio non piace né alla nuora, né al marito!
    Speriamo venga bene ugualmente!
    Tu che ne pensi?
    Un abbraccio.

  5. Tittieco, essendoci già porri e cipolla, penso che dell’aglio si possa fare anche a meno :-)

    (la sto spogliando ‘sta ricetta, niente besciamella, niente aglio…Ora sto guardando storto le olive ;-DD

  6. stuzzicante…..

    l’unica cosa che mi da qualche preoccupazione è….la falange…”e ne fai tocchetti lunghi un po’ più di una falange…”….dato che si parla di affettare….

    mi piace….appena rinfresca(che con questo caldo …la besciamella non mi tira molto) la provo..e se malaguratamente dovessi amputarmi una falange…potrò sempre dire che è una pasta ben con…dita…

    grazie Placidacuocainterprete…. :)))

  7. questa è meno ricca…

    Reginette con porri al limone

    Preparazione
    Pulire i porri ed eliminare solo la parte verde dura.
    Tagliare a rondelle la parte rimasta, metterla in un tegame con il burro e farla soffriggere a fuoco basso.
    Unire il latte e cuocere 20 minuti, mescolando spesso, finché il liquido sarà assorbito e i porri saranno ben morbidi.
    Salare e aromatizzare con la scorza del limone grattugiata, la noce moscata e il pepe.
    Cuocere la pasta al dente e condirla con il sugo ai porri e il grana grattugiato.

    Ingredienti e dosi per 4 persone

    * 350 g di pasta tipo reginette
    * 8 porri
    * 20 cl di latte
    * 30 g di burro
    * 1 limone
    * Noce moscata
    * 30 g di formaggio grana
    * Olio d’oliva
    * Sale
    * Pepe

    e che porro sia….

  8. Secondo me Mitì ha tagliato il finale: “Poi prendi due bustine di Diger-Seltz e le metti lì, che non si sa mai”.

    Baci :)

  9. Non c’entra nulla con i porri ma volevo dirti che ho appena visto e ascoltato l’omaggio a Jim Henson in Placidi Appunti. Sono senza parole: ne uso una delle tue: struggente! Dove li trovi? Meravigliosi. Grazie e buon sabato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.