A.A.A. Gelato cercasi

Visto che ferie anche quest’anno ciccia, come consolazione mi sono regalata il gelataio.

Voi avete un gelataio o una gelatiera?

E mi raccontate che gelati/sorbetti/granite fate, al di là di quelli riportati sui ricettari?

Non so perché, ma ho sempre pensato che i mangiarini “inventati” dagli amici abbiano un tocco in più, e siano più buoni…:-)  

Beppe: Gelato al limone all’odor di arancia (non ridere, nonna me l’ha detto così)
2 limoni non trattati
1 arancia rossa
1/2 kg. di zucchero
1 litro d’acqua
sciogliere lo zucchero nell’acqua. metterci dentro per almeno 6 ore la buccia (senza bianco) di un limone e dell’arancia e il succo dei 2 limoni. Poi filtrare e mettere nella gelatiera.

Zuck: Io faccio il classico sorbetto alla fragola, tritando fragole vere aggiungendo il limone via via, insieme allo zucchero. Alla fine, dulcis in dulcis, un mezzo bicchiere di sciroppo di amarena fabbri, ad esaltare il gusto e spezzare ogni remora.

Clarita: Mia madre prepara un ottimo gelato al torroncino che ha come base il gelato al caffè ma è arricchito da pezzettini di cioccolato, di mandorle tostate e di nocciole… io invece adoro i frappè

Simona: Di recente ho inventato questo gelato all’anice stellato .

MademoiselleAnne: Gelato al miele Ingredienti: 2 rossi d’uovo, 130 gr. di zucchero, 1/5 di panna fresca da montare, 1/4 di latte, 6-7 cucchiai di miele di acacia, una bustina di vaniglina.
Sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere la panna e la vaniglina. Mettere sul fuoco il latte, versare il miele a goccia e lasciarlo sciogliere continuando a mescolare. Far intiepidire e unire i due composti. Una volta freddo, mettere tutto nella gelatiera e avviare il programma standard (io uso la gelatiera del Kenwood Chef, non so se vale per tutti!) . Servire con lingue di gatto e una goccia di miele.

Skip: Ho trovato questa gustosa ricetta per il gelato alla pesca con mandorle e amaretti.
200 g di polpa di pesca (la polpa di 2 o 3 pesche sode e mature), 250 g di panna fresca, 1/4 l di latte, 100 g di zucchero, 100 g di amaretti morbidi, 40 g di mandorle fresche sgusciate.
Portate a ebollizione il latte con la panna e lo zucchero. Dopo un minuto togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Frullate la polpa delle pesche e incorporatela al composto raffreddato. Trasferite nella gelatiera procedendo secondo le istruzioni. Sbriciolate grossolanamente gli amaretti e tagliate a metà le mandorle fresche. Quando il gelato è pronto suddividetelo in porzioni con l’apposito cucchiaio e servitelo cospargendolo con l’amaretto e le mandorle. A piacere, potete guarnire con spicchi o fettine di pesca

Nives: Ricetta per sorbetto: 200/300 ml succo di lime, 200/300 ml si sciroppo di zucchero di canna in procinto di bollire. ( la proporzioni tra succo e sciroppo e la quantità di zucchero dipendono dai tuoi gusti). versare lo sciroppo caldo sul succo e aggiungere 6-7 foglie di menta. lasciar raffreddare. Con la miscela ottenuta fare il sorbetto che va mantecato con la cachassa. Puoi anche sostituire la menta col basilico.

Tittieco: Sorbetto di fragole e agrumi.
Dose per 8 persone
1Kg fragole
800 g. zucchero
800 g. acqua
2 arance
2 limoni
In un pentolino a fuoco moderato fare uno sciroppo con acqua e zucchero. Quando si sarà raffreddato unire il succo di limoni e il succo delle arance + le fragole frullate. Amalgamare bene.
Versare in una forma di gelato e lasciare gelare in freezer per 3 ore.
Servire con panna (facoltativo)
Le dosi di questo sorbetto sono per un reggimento, ma si possono sempre dimezzare le quantità.

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.

65 Replies to “A.A.A. Gelato cercasi”

  1. Gelato al baccalà

    Ingredienti per 2 persone e 1 gatto: 50 g di baccalà già cotto, 250 ml di latte, 50 g di pane, 140 g di zucchero, 15 g di destrosio, 3 g di farina di carrube

    Preparazione: Mettere a bagno il baccalà per due giorni nel latte. Poi cucinarlo con olio, acqua, pane e sale, secondo la tradizione. Frullarlo e trasformarlo in crema aggiungendo il latte, zucchero, un po’ di panna, il destrosio e la farina di carrube. Porre nel congelatore.

  2. GELATO AL CIOCCOLATO E TABACCO KENTUCKY

    latte

    g. 1.000

    saccarosio

    g. 200

    destrosio

    g. 150

    cacao 22/24

    g. 70

    tabacco nero

    g. 30

    Mettere il tabacco in infusione per un minuto, nel momento in cui la base di cioccolato raggiunge il bollore, e poi toglierlo subito; lasciare raffreddare la miscela e mantecare.
    Il procedimento a freddo richiede invece circa 30 minuti di infusione.

    per smettere di fumare…

  3. Sorbetto di fragole e agrumi.
    Dose per 8 persone
    1Kg fragole
    800 g. zucchero
    800 g. acqua
    2 arance
    2 limoni
    In un pentolino a fuoco moderato fare uno sciroppo con acqua e zucchero. Quando si sarà raffreddato unire il succo di limoni e il succo delle arance + le fragole frullate. Amalgamare bene.
    Versare in una forma di gelato e lasciare gelare in freezer per 3 ore.
    Servire con panna (facoltativo)
    Le dosi di questo sorbetto sono per un reggimento, ma si possono sempre dimezzare le quantità.
    Buona giornata Miti’ e a tutti.

  4. è stato stimato che ci siano circa 600 gusti diversi di gelato…alcuni a dire il vero molto strani….tipo….gelato all’aceto balsamico, al parmigiano, al barolo, al vincotto o al carciofo? Ma non ci si limita a questo: ci sono gusti a base di olio extravergine di oliva, pesto, ricotta, sedano, finocchio, rosmarino, alloro, rucola, salvia, fava e lenticchie, scamorza affumicata o limone e pepe……come vedi ti potresti sbizzarrire come vuoi….. :)))

  5. io sarà che ci lavoro dentro ma meglio di una crema latte e uova non c’è niente…un fetta di torta di mele ed un pò di gelato alla crema

  6. Però ha imparato: alla successiva Comunione davano per scontato che l’avrebbe rifatto, ma lei si è decisamente opposta. P.S. il miglior gelato che abbia mangiato è di una Cremeria nel paese dove è nata la mia mamma, in provincia di Novara. Chissà se la conosci? :-)

  7. questa “gelatiera consolatoria” strettamente connessa al lavoro galoppante ,alla mancanza di ferie,alla richiesta di ricette ,per variare la dieta ormai esclusivamente composta da…”una coppa di gelato è il mio pranzo completo preferito…” più il post
    “Perchè è bello non andare in vacanza”…..mi fanno pensare che…

    1- che ti sia messa volontariamente a gli arresti domiciliari,onde,ispirarsi per la scrittura di un libro tipo….”Le mie prigioni”..

    2-che l’abitazione che hai ristrutturato sia realmente troppo grande…e non ti ricordi la strada per uscire perchè hai perso la mappa

    3-che…distrattamente abbia perso le chiavi della porta,dopo averla chiusa,e che….quella maledetta serratura con dispositivo elettronico antiapertura,è settata per aprirsi nel 2999…

    se rientrassi in una delle tre ipotesi la soluzione potrebbe essere…afferrare la gelatiera,in quanto oggetto pesante atto a far rumore,e poi battere su una parete o sul pavimento ,in una zona dove possa essere udito dai vicini,questa seguenza…

    …—… ripetute volte….

    oppure scrivicelo ….ti si manda i pompieri….e una volta libera ti si porta……A MANGIARE IL GELATO… :)))

    ps: si paga noi….a proposito…quanto ne mangi…???

  8. Mamma non c’era, io volevo il gelato, in tv iniziava una doppietta della serie “Herbie il maggiolone…”; risultato: mezzo chilo di gelato al cioccolato con le dosi di cacao amaro e zucchero sbagliate mangiato in meno di 2 ore… e le 24 ore successive sulla tazza… mi son sentito così male che fino ad oggi – circa 20 anni dopo quell’incidente – non avevo mai avuto la voglia di ritirare fuori la gelatiera. Oggi dopo aver letto… beh… mi sto gustando un gelato al caffe’. Grazie della splendida idea.

  9. No, o mia Placida Coinvolgente Musa, anche se un mini cornetto, assiderato in freezer, una volta l’anno me lo concedo. O meglio, mi sforzo di deglutirlo.
    Ho letto da qualche parte che parli di “cirulla”, ma qui a Cuneo non è un gioco molto simpatico :) (se vorrai ti spiegherò cosa significa)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.