Gli zucchini ripieni

Le donne liguri in cucina da secoli riempiono qualunque cosa; pasta, carne e tutte le verdure tranne i piselli.

Il ripieno variava e varia di casa in casa, di giorno in giorno, di stagione in stagione, a seconda del contenuto della dispensa prima e del frigo poi, dovuti ambedue al ripieno del borsellino.

Se, ad esempio, in una famiglia di quattro persone la mamma scopriva di poter permettersi un giorno solo l’acquisto – che so – di un po’ di fiori di zucca, ecco che tritando e mescolando quello che aveva in casa (uova, avanzi di carne, pane, formaggio, erbette ecc.) i fiori diventavano un ricco piatto unico.

E anche oggi che i problemi economici riguardo il cibo paiono riapparire, i “ripieni” rimangono uno dei modi migliori per smaltire gli avanzi o confezionare in breve tempo e con poca spesa un piatto unico assai nutriente e saporito.
Inoltre sono comodi e pratici: si possono preparare il giorno prima e sono buoni sia caldi che freddi.

La mia ricetta per 4 persone:

8 zucchini possibilmente di uguale grandezza media.
2 patate grandi
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
150 gr. di grana gratuggiato
3 uova
1/2 cucchiaino di origano
3 cucchiai di prescinseua (cagliata di latte, altrimenti un poco di ricotta o formaggetta fresca e molla)
poca mollica di pane bagnata nel latte
qualche foglia di basilico
pangrattato
olio
sale

In una pentola di coccio far imbiondire la cipolla tritata fina fina.
Bollire le patate.
Bollire gli zucchini; a mezza cottura levarli dal fuoco, tagliarli a metà e con un cucchiaino svuotarli delicatamente mettendo la polpa nella pentola insieme alle patate lessate e passate al setaccio, l’aglio e il basilico pestati, la mollica, il grana, la prescinseua, le uova, l’origano, 3 cucchiai d’olio.
Mescolare bene, salare e rosolare qualche minuto.
Far raffreddare.
Mettere gli zucchini allineati a pancia in su in una teglia da forno, riempirli con il composto, spargere su ciascuno del pangrattato, un filo d’olio e infornare a 180° per 40 minuti circa.

Allo stesso modo si possono cucinare peperoni, cipolle, melanzane, patate, pomodori, fiori di zucca…Se si vuole un piatto più proteico, aggiungere al composto nella pentola di coccio della carne macinata.
Buon appetito.

©Mitì Vigliero

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.

29 Replies to “Gli zucchini ripieni”

  1. Evvabbémainsomma,a Roma, sono le OTTO MENO UN QUARTO, ovvero “7,45”, piove a stradirotto,e mi hai gia’ provocato, io sono una tipa dalla provocazione facile, e andro’ al mercato di Campo dé Fiori a comprare le zucchine, e seguiro’ alla sillaba la tua sfiziosissima ricetta. GRAZIEEE, Buon sole e cielo sereno a tutti. ;+]]]

  2. evvai, anche per il prossimo weekend mi esibirò ai fornelli (è un segno dei tempi e della maturazione; in altre parole: “l’abbandono del microonde”). grazie per la ricetta Plà. *

  3. Buongiorno Miti’ I ripieni della cucina ligure sono una delizia ed io (da genovese doc quale sono)come scrivi sul post, riempio qualsiasi cosa che è commestibile, tranne i piselli!!!
    Se ti fa piacere dai una sbirciatina sul mio blog, troverai una ricetta sulle melanzane ripiene.
    Ho delle zucchine in frigo e mi sa che le cucino proprio come da tua ricetta!
    Buona giornata e speriamo torni il sole qua a Roma. Un abbraccio stellin!

  4. carne tritata, prosciutto, mortadela ect insomma quella che fornisce il frigo:) ect se posso aggiungere una cosa una volta pronti per il forno (ovvero ancora crudi) si possono tranquillamente surgelare e tenere per quando servono

  5. mmmmmmmmmmm…………boni gli zucchini ripieni….slurp….

    per quanto riguarda l’abilità farcitoria delle donne liguri….UN PLAUSO..

    ma…..vediamo di colmare parzialmente una lacuna….

    ricetta…BACCELLI DI PISELLI RIPIENI

    Fare riposare circa 25 baccelli (aperti solo da un lato, dopo aver eliminato i piselli) per 2 ore in un contenitore colmo di acqua tiepida a cui si è aggiunto 1/2 cucchiaino di bicarbonato. Poi farli sbollentare per 15 minuti in acqua bollente salata. Scolarli, raffreddarli sotto il getto dell’acqua e asciugarli. Riempire i baccelli con un composto piuttosto sodo ottenuto amalgamando pangrattato, parmigiano grattugiato, 1 tuorlo e basilico tritato con 1 fettina di aglio, sale e pepe. Richiudere poi i baccelli per fare combaciare gli estremi e racchiudere bene il ripieno. Passarli in una pastella fatta con farina e acqua gassata fredda e friggerli in olio bollente. Salarli e servirli ben caldi…

    per quanto riguarda i piselli farciti…prima o poi un sistema si trova…. BUON APPETITO PLA….vedi di non mangiare al GALOPP….almeno a tavola fermati un pò….. :)))

  6. Meravigliosi! li proverò subito questo week end, insieme alle cipolle. Grazie!

  7. qui sole…e a quest’ora appetito.
    Stessa ricetta per cipolle e peperoni ripieni.In Liguria però il ripieno è a base di patate lesse, fagiolini , uova , parmigiano e un po’ di pangrattato

  8. Bella ricetta, ho provato un sacco di modi per fare le verdure ripiene ma mai così, con i dovuti (a Kathmandu non si trovano alcuni ingredienti) aggiustamenti proverò a farla.
    Grazie!
    Niki

  9. ecco…anche qui ricettine sfiziose e golose!!!!!SLURP!!

    passa da me cara c’è qualcosa per te da ritirare!!:-))

    un abbraccio e un sorriso;-))

  10. sono di origine ligure,ti scrivo dal messico dove vivo da vari anni, spero con la tua ricetta di ritrovare il piacere delle zucchine della zia Milli e zia Anna, e’ molto che non le preparo e la tua ricetta mi e’ sembrata la migliore per riprovarci,ci mettero’ anche il trito di carne. Grazie!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.