“A cosa pensa?” e “Giochino per BarCampisti”

a-che-pensa.jpg
(click per ingrandire)

– Invece, per i frequentatori abituali dei BarCamp, qui c’è un altro giochino  ;-)

***

 

Elisa: Oddio, i miei padroncini sono già tornati e la casa è ancora sottosopra dopo la festa che ho dato! e mo che faccio???!

Paz83: A:sta guardando un umano che canta al karaoke e pensa:” ditemi voi se questo è un uomo”
B: “No, dal veterinario no, quello mi tocca”
C: “ma chi me l’ha fatto fare di nascere gatto, la prossima volta rinasco ornitorinco che è meglio”

Sonny&Me: Quello che penso io.

MaxG: Ecco, tutte le domeniche quelli se ne vanno a spasso, e mi lasciano solo a casa…

Blimunda: Eppure l’avevo detto a quello stramaledetto coiffeur che il taglio con le orecchie flosce non mi dona! E’ l’ultima volta che mi vede.

Presveva: Dopo tutti anni questi di fusa, eccola li che gioca con i cuccioli bianchi

Skip: Non capisco perchè mai dicono che somiglio ad un lemure…sono un micetto

Krishel: Oddio ho appena visto un gatto fantasma.

Chi?

Nel suo tumblr Presveva mi da’ l’idea per un post al galòp:

Se doveste rispondere alla domanda:

Chi vorresti essere in una seconda vita?

cosa rispondereste?

 

 PS: Intanto, se all’1,42 e alle 4 sarete in preda all’insonnia, potreste ingannare il tempo ammirando l’eclissi e la Luna Rossa

***

Gattostanco: Me stesso, fra duecento anni.

 

Simona: In una seconda vita vorrei studiare musica e diventare direttrice d’orchestra. Sono ormai anni che ho deciso.

xlthlx: un gatto, ovviamente

Mimosafiorita: Vorrei essere una cantante con una gran voce e cantare,cantare,cantare,cantare… magari qualche canzone me la canto anche adesso, ma assomiglio a un violino stonato. Pero’, canto lo stesso.

Caravaggio: vorrei essere un bel gattone nero .

Jojoy: Un gatto in un mondo senza auto…

Lucio: con quello che paiono guadagnare direi senz’altro “artigiano” elettricista, altro che lauree…

Graziano: Berlusconi! :-D***

Luca: Uno chef giramondo.

Presveva: Roger Federer! gli aggettivi sarebbero comunque insufficienti per descriverlo.

Tittieco: Vorrei essere un’ AQUILA non tanto per volare, (i voli a volte li faccio quando inciampo su qualche ostacolo per me invisibile) Invece sono una TALPA, in compenso pero’ l’udito è eccellente!!

Roger: PAPERON DE PAPERONI…finanziariamente MOLTO DOTATO…Ma siccome nella vita i soldi non sono tutto, se si vive solo per quelli, ho deciso di scegliere di essere un tal di nome ROCCO , molto dotato di (censura) e basta, nonchè grande esperto di ….patatine

Latifah: una gatta pacioccona, di casa, di quelle che stanno tutto il giorno sul divano a fare le fusa :-) In alternativa, una danzatrice classica del Ballet de l’Opéra di Parigi. Per potere interpretare come si deve il Lago dei Cigni!

Skip: forse mi piacerebbe esser compositrice di musica e riuscire a tradurre emozioni sul pentagramma e anche pianista…oppure un drago delle fiabe…tra gli animali anch’io opto per un felino , la tigre( mal che vada per un domestico e bel gattaccio tigrato)fiera , indipendente, mai servile, libera, regale , imprevedibilmente affascinante

Paz83: Io sinceramente vorrei rinascere Cool, quindi Miles Davis. Anche solo per questa frase: “Io ho cambiato la musica quattro o cinque volte. Lei cosa ha fatto di così importante, oltre ad essere bianca?” [Rispondendo ad una ragazza della società borghese di Washington, seduta accanto a lui, che gli chiedeva cosa avesse fatto per essere invitato durante un ricevimento in onore di Ray Charles alla Casa Bianca del presidente Ronald Reagan, nel 1987]

Beppe: Un ricercatore scientifico che scoprisse un vaccino per il raffreddore

S.B.: Tra duecento anni vorrei essere il capitano di un vascello spaziale !

Sonny&Me: Me&Sonny

Marchino: Se si può scegliere anche un periodo di tempo, allora vorrei vivere un’altra vita da pellerossa (uno sciamano, magari), prima dell’arrivo dei coloni dall’Europa.

Mare: io vorrei essere una stella..non nel senso di star del cinema o cose del genere…proprio uno di quegli astri che si vedono la notte alzando gli occhi al cielo…vorrei essere una stella per poter brillare sempre, anche quando il cielo è coperto di nuvole, sopra le teste di tutti coloro che amo per tenerli al sicuro e farli sentire bene

Massimiliano Cuccia: vorrei essere me stesso, … ma più “accorto”

Alberto: Una persona qualunque nel IV, V secolo a.C. ad Atene. Non però uno schiavo.

 

Brutto a chi?

Se al contrario  l’aspetto non è esteticamente dei migliori, niente paura: su questo argomento esistono moltissimi e antichi proverbi e modi di dire giustificativi e a volte consolatori.

Ad esempio, parlando di un nasuto, si potranno citare i versi di Antonio Guadagnoli:

Indizio è un naso maestoso e bello
di gran…e di gran che? Di gran cervello!

Così come tutti sanno che le orecchie a sventola non fanno assomigliare a Dumbo, ma sono simbolo d’intelligenza, mentre avere pochi capelli per un uomo è indubbio segno di virilità.

Di una donna pelosa come una scimmia si dice:

Donna pelosa, donna virtuosa

Di una donna coi mustacchi:

Donna baffuta sempre piaciuta

Di una persona di bassa statura:

Nella botte piccola ci sta il vino buono

Di una fanciulla irrimediabilmente brutta:

Ha dei begli occhi e vuol bene alla mamma

Se gli occhi sono storti:

Ha lo strabismo di Venere

Di quelli che hanno le mani gelate come sogliole Findus:

Mani fredde, cuore caldo

A questo proposito Pitigrilli commentava: “Mano fredda cuore caldo. Anche in francese si dice così; anche in russo, anche in arabo. Questo dimostra che l’imbecillità è universale.

 In Italia si investono annualmente non so quanti milioni in prodotti di bellezza, inseguendo il celebre motto di Helena Rubinstein: “Non esistono donne brutte, ma solo donne pigre“, concetto poi rielaborato da Marcello Marchesi nella frase:

Non ti buttare giù se non sei una bellezza. Aiutati che Dior ti aiuta.

E gran parte dei milioni spesi in cosmetici vanno in tinture per capelli, soprattutto in quelle schiarenti.

Retaggio questo antico, quando il fatto di non esser bionda e di carnagione lattea doveva essere motivo di consolazione e giustificazione.
Infatti, nel Cantico dei cantici (1,4) la protagonista afferma testualmente:

Sono bruna, MA bella.

Mentre nella Gerusalemme Liberata (XII,21) l’eunuco Arsete dice a Clorinda:

Fui (…) ministro fatto de la regia moglie
che bruna è sì, MA il bruno il bel non toglie
.

Sino ad arrivare ai tempi nostri, con il famoso:

Gli uomini preferiscono le bionde, MA sposano le brune.

Per forza, dato che quasi tutte le bionde sono ex brune.

©Mitì Vigliero

Corollario

Catepol: vado col sarcasmo vibonese: “si cchiu brutta da malanova
(sei più brutta di una malanova, di una cattiva notizia insomma)
Oppure il corrispondente di “grazia, graziella e grazie al …ecc.ecc…” per indicare un gruppetto di donne non proprio belle che camminano insieme è
Pigulu, malanova e scuntentizza

Mimosafiorita: La bruttezza ha un vantaggio sulla bellezza:Dura.
I soldi nascondono deformita’ e bruttezza.
Ma… l’importante e’.. essere belli dentro!

Graziano: Bruttezza: dono che gli dei fanno a certe donne per rendere possibile la loro virtù! (Ambrose Bierce)

Skip: la bellezza è opinabile, sulla bruttezza sono tutti d’accordo.
L’oro, anche alla bruttezza dà un colore di beltà
. (Boileau )
I bei fiori appassiscono subito, le erbacce durano tutta la stagione. (Proverbio svedese )
La bellezza é soltanto epidermica, la bruttezza arriva fino all’osso. (Arthur Bloch )

Roger: La mia ragazza era cosi’ brutta che una volta portata al pronto soccorso per un taglio ad un dito, il medico appena ha aperto la porta e l’ha vista in faccia ha detto : “Chissa’ come e’ ridotta la macchina!”. (Giorgio Faletti)
Un uomo con un grosso conto in banca non puo’ essere brutto. (Zsa Zsa Gabor)Brutto? Avete mai visto una zanzara pungere a occhi chiusi? (Boris Makaresko)Quando le candele sono spente, tutte le donne sono belle. (Plutarco)
Mia sorella era cosi’ brutta che una volta si perse e, quando denunciammo la sua scomparsa e la descrivemmo ai carabinieri, non ci volevano credere. (Mario Zucca)
Le donne brutte sono sempre gelose dei loro mariti. Le donne belle non ne hanno il tempo. Sono sempre troppo impegnate ad essere gelose dei mariti altrui. (Oscar Wilde)
Bruttezza: un dono degli Dei a determinate donne che rende possibile la virtu’ senza l’esercizio dell’umilta’. (Ambrose Bierce)
Come tutte le mattine si alzo’, si guardo’ allo specchio e si vide bruttissima: ci mise un’ora a farsi brutta. (Ennio Flaiano)
Da piccolo ero cosi’ brutto che quando mia sorella mi ha visto per la prima volta ha detto a mia madre: “Perche’ non abbiamo tenuto la cicogna?”. (Diego Parassole)
Chiedete al rospo che cosa sia la bellezza e vi rispondera’ che e’ la femmina del rospo. (Voltaire)
Non esistono donne brutte. Alcune sono piu` belle di altre. (Robert A. Heinlein)

Pievigina: “bel in fasa, brut in piazha” e, viceversa, “brut in fasa, bel in piazha”. Ossia: “bello in fasce, brutto da grande” e viceversa.

Spora: In Argentina si dice “le fa male il viso da quant’è brutta

Zawa: Si dice di persona non proprio bellissima…“Te non t’ha portato la cicogna…te t’ha portato un pipistrello!!”

Tittieco: Naso grosso non fa difetto.
Chi ha pancia ha presenza.
Belli o brutti prima o poi si sposano
tutti
.