Il materasso, è la felicitàààà…

Sto andando al galòp a “nasare” un po’ di materassi prima di comprare il definitivo.

Deve essere morbido , alto e compatto: sì, la mia schiena è come quella della Principessa sul Pisello…;-D 

Pensavo di prenderlo di lattice; voi lo avete?
Come vi trovate?
Consigli? 

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.

36 Replies to “Il materasso, è la felicitàààà…”

  1. lattice, lattice, lattice!
    arf arf si fa la cuccia di un bene :)))

    oppure quelli di qualità da 2.000 e più euro l’uno (singolo) con uno strato di lattice, uon di cocco, un altro di lattice e lana/cotone esterno sui due lati, invernale e estivo.
    è roba svedese, a milano li vendono in un negossio molto vip: su una buona rete è un paradiso :)))

  2. Mah! Io ce l’ho e, a dire la verità, non ne sono molto contenta. Forse però la colpa è nostra che lo abbiamo scelto troppo duro. E dire che mi è costato un occhio…
    ROSY

  3. Rosy, lo so che è una spesa alta, ma spero mi duri degli anni…;-) Il mio terrore è che sia troppo rigido, cosa chenon tollero.Ne proverò un po’ (però per essere sicura dovrei poterci dormire su almeno per 3 ore l’uno…;-D

  4. Lo devo cambiare anch’io, oramai il mio vecchio permaflex non ne può più.
    Aspetterò che lo compri prima tu

  5. Noi lo abbiamo sostituito dopo circa 20 anni di vecchio e glorioso materasso di lana… lo abbiamo preso da…… da quelli in televisione Emi Emi e qualcosa… io ero un pò scettico sai la televisione ect ect invece è ottimo un buon prezzo un servizio preciso e puntuale quindi chapeau

  6. Per il lattice ho sempre sentito pareri discordanti, duro non duro…io ho preferito un materasso a molle indipendenti con schiume di nuova generazione, pura lana inverno, cotone estate…Ottima spesa, prima mi alzavo piegata in due dal dolore, adesso zompetto quasi come un grillo e addio mal di schiena…

    Mitì, ma il letto è arrivato completo di tutto tutto?
    Baciuz..

  7. io il mio lo devo cambiare che è arrivato al capolinea [dopo 18 anni]

    Solo una controindicazione, forse…
    D’Estate, se non metti abondanti coprimaterassi, ci si suda alquanto. Almeno su quelli di 18 anni fa…

  8. il lattice dopo 2-3 anni fa schifo, se non lo cambi hai una lestra, non una cuccia:(

    un buon materasso a molle con lana e cotone, bifaccia, sfoderabile, ortopedico ma che si modella al corpo, non che rimane rigido. Come i nostri..:)

  9. lattice…per me il migliore

    oppure….

    Periodo Neolitico: Il materasso nasce in questo periodo. I giacigli vennero sollevati dal terreno per evitare lo sporco e l’umidità del terreno. Il primo materasso era probabilmente una catasta di foglie secche o di paglia, coperto da una pelle di animale.
    3600 a. C.: Pelli di capra ripiene di acqua furono usate in Persia intorno a questo periodo.
    3400 a. C.: Gli egiziani dormivano su archi di rami di palma ammucchiati negli angoli delle loro case.
    200 a. C.: I materassi dell’Antica Roma consistevano in sacchi di stoffa ripieni di fieno o lana e, per le persone più facoltose, di piume di uccelli.
    XV secolo: Durante il rinascimento, i materassi erano pieni di baccelli di pisello, paglia o qualche volta piume, coperti con velluti, broccati o sete.
    XVI e XVII secolo: I materassi erano pieni di paglia o piume e messi su di un letto che consisteva in una cornice di legname con reticolati di appoggio di corda o cuoio.
    Primi anni del XVIII secolo: I materassi erano pieni di cotone o di lana.
    Metà del XVIII secolo: Le fodere dei materassi cominciano ad essere fatte di lino o cotone. L’ossatura del materasso è in canne di bambù e lo stesso è ripieno di fibre naturali come fibra di cocco, cotone, lana o crine.
    1871: Il tedesco Heinrich Westphal inventò il materasso a molle. Egli successivamente morì in povertà, non avendo avuto alcun profitto dalla sua invenzione.
    1873: Sir James Paget presentò un materasso pieno di acqua per il trattamento dei degenti affetti da piaghe da decubito.
    1929: Viene realizzato il primo materasso in lattice di gomma.
    1930: I materassi a molle divengono abbastanza comuni e le imbottiture in materiali artificiali cominciano ad essere usate in maniera abbastanza diffusa.
    1980: Viene costruito il materasso ad aria.

  10. Rilancio: ho recentemente provato (ed acquistato) un cuscino in MyForm, che è un material brevettato della Dorelan studiato da tecnologie aerospaziali. In pratica, tu ti appoggi ed il cuscino “prende la tua forma”. Provato una volta, amato per sempre.
    Ecco, ho provato anche il materasso dello stesso materiale: appena avrò i soldi, non potrò farne a meno…caro è caro, ma il sonno per me non ha prezzo!

  11. Sarò sfortunato io, ma noi li prendemmo in lattice (spendendoci parecchio) e dopo appena cinque anni, son già tutti sfondati al centro :(

  12. io mi trovo bene sul futon occidentalizzato (strato di cotone, lattice, altro cotone) messo sul tatami.

    mi hanno detto (donne, che gli uomini se ci hanno dormito non sono stati tanto a sottilizzare sul materasso) che è molto comodo.

  13. Sono con pispa, anche noi abbiamo fatto “l’investimento”: multistrato lattice e fibra di cocco. Però non solo il materasso è importante, ma anche la rete, a doghe larghe possibilmente ammortizzate. Passando da un materasso a molle bisogna abituarsi, ma sono ottimi!

  14. Sono stato due anni in un alloggio per gli studenti nuovissimo che aveva materassi in lattice… Sono la fine del mondo! Da quando lascia quell’alloggio per peregrinare in appartamenti condivisi con altre persone sono infelice. Da 4 anni dormo in letti d’inbubbia moralità

  15. ciao Mitì!
    io ho preso un materasso ortopedico. mia zia col lattice ha avuto problemi (le ha fatto la muffa nonostante abbia seguito per filo e per segno le indicazioni del venditore). a casa dei miei avevo un cuscino in lattice… ma ci ho messo circa 15 giorni ad abituarmici, all’inizio mi svegliavo indolenzita.
    comunque la cosa migliore è sdraiarsi su tutti i materassi finché non si trova quello coccoloso :)
    :*

  16. Boh…a me basta che è duro ed io ci dormo bene.

    O_o Mi accorgo ora che ho utilizzato una frase che potrebbe dare adito a maldicenza…parlavo di materassi!

  17. Giorgio Mastrota Facts

    * Giorgio Mastrota riesce a vendere 500 materassi al giorno

    * Nel 2050 Grazie a Giorgio Mastrota ognuno di noi avrà in casa due materassi matrimoniali e un set completo di pentole mondialcasa.

    * Il diavolo fa le pentole Giorgio Mastrota le vende

    * Giorgio Mastrota negli ultimi anni ha sviluppato una personalità antiaderente.

    * Gli alieni hanno provato a invadere la terra ma Giorgio mastrota gli ha rifilato 1000 materassi da pagare a interessi 0% per prossimi 40 anni

    * Il nemico numero uno di Giorgio mastrota è Chef Tony.

    * Giorgio Mastrota non dorme… testa materassi.

    * Mastrota è stato concepito su un materasso eminflex con doghe in legno al chiaro di un tv color 14″. Nato settimino, è stato incubato in un forno microonde mondial casa.

    * Mastrota per spedirti a casa le pentole e i materassi chiama Chuck Norris che con un calcio rotante te li spara dritti in faccia

    * Giorgio Mastrota non vende i materassi, ma grazie a Giucas Casella te li fa comprare con la sola imposizione delle mani

    * Se dormi sul materasso che ti vende Mastrota la mattina ti svegli con un’inspiegabile desiderio di pentole antiaderenti

    * Mastrota vende materassi, Chuck Norris li affetta con i coltelli dello chef Tony (e un paio di calci rotanti), MacGyver li ripara e Giucas Casella ti fa credere che non sia successo niente. Nel frattempo Rocco gira la ruota

  18. Mmh… Un bel materasso ad acqua, un comodo giaciglio di paglia (occhio a non trovarci un ago dentro, però), una stuoia di canne di bambù come i giapponesi (o almeno i giapponesi dei cartoni animati, ché in Giappolandia non ci son mai stato ahimé), un Giampiero Galeazzi a quattro piazze, un divano-letto…Le opzioni sono molte! Basta che non prendi un Eminflex, chissà cosa fanno agli elefanti…Né Permaflex, chissà cosa fanno agli omini coi pigiami a righe…
    Un consiglio spassionato: diventa tester in un laboratorio di sonno. Penseranno loro a tutto! ;-)

  19. Roger, pensa che me l’han presentato come “la Ferrari dei materassi”, e non scherzo! ;-D
    (oltre che suonare di notte se ne andrà in giro a correr per casa?)

  20. Prima avevo quello ortopedico che era duro come il marmo e al risveglio avevo bisogno degli arti di ricambio per quanto mi facevano male gambe e braccia, adesso ho quello in lattice e mi sveglio con la schiena a pezzi…Non mi resta che provare quello ad acqua (o andare direttamente a Lourdes). Baci :D

  21. lattice si … lattice no…..
    il mio è di lattice e all’inizio , sei anni fa, era una meraviglia. Mi ci sono abituata subito, sembrava duro, ma subito prendeva la forma del corpo e ci si dormiva ch’era un piacere. I problemi vennero dopo, specie dopo le 2 gravidanze…. la forma del corpo c’è rimasta. Adesso penso di cambiarlo ma di riprenderlo in lattice, magari mi sentirò ancora una sposina…

  22. allora..visto che hai acquistato..tra un mese fammi sapere…son tre anni che tentenno per l’acquisto in lattice; l’unica cosa certa è che quello attuale ikeano….è terrible!!!!
    :))

  23. Lattice, rigorosamente lattice, se non sei sopra gli 85 chili almeno. Se preferisci morbido vai sul lattice naturale, se no scegli un mix naturale-sintetico. Provali, testali, sdraiatici sopra, rigirati. Io son due anni che ci dormo da dio, altro che molle, ikee varie o futon. Potrei consigliarti anche il vecchio caro materasso di lana, ma visto che la tecnologia ci da di meglio, lattice!
    Sogni d’oro!
    .-)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.