A che pensa?

a-che-pensa.jpg
***

 

Catepol: Dannazione…le chiavi di casa…purtroppo devo rimanere qui…

Princy: Ancora omogenizzato!…. mangerei tanto un piatto di penne all’arrabbiata!

Beppe: Acc…Dovevo telefonare al commercialista!

Rhadamanth: Ah! Le donne!

Andrea Perotti: Nooo… Alonso si è schiantato… e adesso Hamilton chi lo prende più???

AndreA: Aaaaargh….l’avevo nella culla a fianco, è bellissima, mi piace, le dovevo dire che ci saremmo “beccati” tra qualche anno e invece non ho spiccicato parola…che stupido…

Ettore: Chi sono tutti questi cattivoni che mi guardano?

Fran(cesca): diomio! c’e’ ancora Miss Italia! E mike Buongiorno, e Loretta Goggi! Ma se erano gia’ vecchi e ammuffiti una vita fa!

Antar: Devo smetterla di rovinarmi così al sabato sera, che inizio a non avere più l’età per affrontare certi risvegli alla domenica mattina…

Cristy: Oh Santa patata guarda cosa combinano questi qua…mi tocchera fare tutto a me!

PlacidaMitì: Dddììo, se mi canta ancora una volta Fate la nanna coscine di pollo, urlo…Fosse almeno intonata…

Farouche: oh cavolo, sono nato…!

Blimunda: Ossignur, proprio una mamma con la mania delle scarpe mi doveva capitare?

SciuraPina: Dove diavolo è finito il biberon?

Baol: Noooo…un altro meme noooooo!!!

Hermansji: uffi… spegnete la luce ho sonno

Ulla: voglio tornare nella pancia

Bloggointestinale: nooooooo, son finito su un blog!!

Giovanna: per mille biberon , chi ha acceso la luce??

iMod: “Ossignur, non ho comprato i Plasmon”

Elena: Oddio che mal di testa.. ma quanto ho bevuto ieri sera?

Roger: NOOOOOOO!!!!!!………ANCORA UN PRIMO PIANO COL FLASH…..NOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!

Mareadiluce: uffa, mi sono svegliato di nuovo.. e mamma e papà continuano a dormire…adesso piango un pò e sveglio anche loro!

Vipera76: Vi prego, lasciatemi solo!

Cristella: Eppure l’avevo avvisata, quella brutta strega che mi è venuta a trovare all’ospizio: “Vabbé che è un esperimento, ma non sarà troppa, questa pozione magica per avere l’eterna giovinezza che mi vuoi far bere?”

Phoebe: Ma questi esseri enormi che ho intorno la piantano di fare i deficienti e di dirmi “Ebellobellobello”?

Sonny&Me: Ancora banali equazioni differenziali alle derivate parziali! Quando un integrale ellittico?

Rossana: Maledetto fotografo! Mi ha beccato senza trucco e senza parrucca.

 

Freddo in tutta Italia: conseguenze

STARNUTO

starnudo   friulano

sternuto   napoletano

starnuo-stranuo   veneto

stranuso  veronese

stranùd   milanese

stranûo  genovese

stranuo  piemontese

shtarnut’  ciociaro

strhanutu  siciliano

sturridu  sardo campidanese

isturridu  sardo barbaricino

sternoeut comasco 

starnùd  parmense

sternuto  marchigiano

*
FAZZOLETTO DA NASO

mocioar- moccinas   piemontese

mandillo   genovese

fazzolètt   milanese

fassoleto   veneto

fassol   veronese

muccatùro  napoletano

farzulettu  salernitano

smočhid   friulano

fazzlett’ ciociaro

fazulet  romagnolo

fasulët  piacentino

muccaturi  sicilia

fazzulettu  sicilia zona jonica etnea

muccaturi  calabrese

maccaturu  pugliese

pezzola  toscano

maccatour  basilicata

muncadureddu  sardo campidanese

mucadoreddu  sardo barbaricino

fazzulett  comasco

fosolèt  parmense

fazzulettu   marchigiano

*
RAFFREDDORE

disfredôr  – sierament   friulano

catàrro   napoletano

rafredore – intasamento –  maròca- snaro   veneto

inmarocamento  veronese

raffreddòr   milanese

anfreidor   piemontese

raffreidù – costipasiun – massûcco   genovese

raffrddor’  ciociaro

candela  triestino

candela- fardasòun – rafardòur – ‘fardour   romagnolo

‘e fridàur   verucchiese (rimini)

ciamùrru  umbro

freddaia – cimurro  toscano 

zegra  calabrese

arresfriòri- puntori sardo campidanese

refrìu  sardo barbaricino

rifriddatura  siciliano (zona jonica etnea)

fregiur comasco  

 fardòr – spasèrs’al nès   parmense

cimurru   marchigiano

***

Altri?

***

JohnG’ho na costipazion che me toca stranuzar de continuo. me ghe voria mille fazzoi.

Cristella: Dalla Romagna
Raffreddore: Fardòr o fridor
Modi di dire: “L’ha un po’ ad fridòr” (letteralmente “ha un po’ di raffreddore”, ma anche, come doppiosenso, “è geloso” o… “è un pederasta”).
T’è ciap e’ fridòr me cul?”, letteralmente: “Hai preso il raffreddore al cu**?”, si dice a chi… scorreggia!

Catepol: in vibonese: fazzoletto = maccaturi o muccaturi; ha il raffreddore = nci rifriddiu; ha starnutito = starnutiu

Brigida: Allora prendo nu fazzlet che mi viene uno shtarnut’ che poi ti attacco nu raffrdor’ ciociaro D.O.C.

Roger: ecco…..lo sapeò…é tu ci sei cascata
queste cose e vengano a fà le cose a “bischero sciolto”,siuramente t’harai fatto una “bardella” epoi tu sarai andata fora ,e co i fresco che fa,tu sei diventata “diaccia marmata”…oppure (continua toscana)

Vipera: Madò f’sc nu fridd ca m’è pigght na’ saiett (oppure na’ gocc’)= Fa un freddo che mi è preso un accidenti. (barese)

Blimunda: Eeetciùùù anche io, uffa. Preso alla prima. Ciù musse che mandilli, proprio! (genovese)

Luca: strunii starnutire in genovese riviera di levante
u l’a strùniu
ha starnutito
e per terminare il way to say da dire a chi starnutisce
ectciuùùù
l’altro SCIOPPA (schioppa)
chi ha starnutito primma ti (per primo te)
l’altro primma ti de mì (prima tu di me)

Anna: A Brigida, “e capace ca pò te vène pure ‘na nfruenza cò la frève ciociara, te mitt agliu létt e chisà quann t’arrizz! ” (ciociaro)

Hermansji: Starnute – teramano; Fazzulette – teramano

Sonny&Me: Mintite la maglia te lana, mmucculone, ca mo’ custipi bbuenu bbuenu!(Novoli, LE)

Perché si dice: Catena di Sant’Antonio

Il primo a citarla fu Alfredo Panzini nel Dizionario Moderno (edizione del 1935), descrivendo l’usanza allora molto in voga di spedire a più persone una lettera anonima che invitava perentoriamente a recitare una serie di preghiere che sarebbero servite a “salvare il mondo“, ma avvisando che avrebbero avuto successo solo se il destinatario avesse poi a sua volta inviato la stessa lettera a un tot numero di persone, le quali a loro volta avrebbero dovuto seguire tutta la trafila: il tutto sotto minaccia di sventure tremende che sarebbero accadute a chi avesse interrotto la “catena”.

Nell’edizione del Dizionario Moderno del 1950, alla stessa voce si aggiungeva che all’intimazione della recita di preghierine si era unita una richiesta di danaro, con minaccia di sventure sempre più terribili testimoniate da personaggi (ovviamente fasulli) citati con tanto di nome, cognome e luogo di residenza dei quali il mittente narrava le dolorose e raccapriccianti conseguenze a cui erano giunti causa l’interruzione della catena.

Chi sia stata la mente diabolica ad inventare questo flagello che sopravvive tutt’ora (in modo un poco meno minaccioso, ma sempre estremamente sgradevole, anche nelle nostre modernissime caselle di posta elettronica) non si è mai saputo.

Unica cosa certa riguarda il Sant’Antonio citato: non è quello da Padova, ma Sant’Antonio Abate (250-356 dC) eremita che, secondo la leggenda, un giorno scrisse al duca di Egitto, tal Ballachio, una lettera nella quale cordialmente lo avvisava che se avesse continuato a perseguitare i Cristiani, Dio lo avrebbe punito uccidendolo; infine lo esortava a spedire quella stessa lettera a tutti gli altri notabili della zona che si comportavano come lui.
Ballachio ne sghignazzò e distrusse la missiva; ma pochi giorni dopo il suo mansuetissimo cavallo lo disarcionò, uccidendolo. 

©Mitì Vigliero