A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.

16 Replies to “5 domande + 1 a me”

  1. Nella tua risposta alla domanda numero 5: “u furnu se scalda da a bucca”. Quanto è vero!!!

  2. “donne e uomini di ogni tempo sono riusciti ad inventare con niente dei cibi che hanno permesso la sopravvivenza dell’umanità, regalandole un po’ di sernità. E questo mi sembra meraviglioso.”
    quanto mi piacciono le tue risposte!

  3. Mi è piaciuta molto questa intervista, ma mi domando come fai a trovare il tempo per realizzare tutto questo. forse hai una bacchetta (o un mestolo) magici?
    Hai notato Placida che, i cibi di una volta, quelli cosidetti poveri, ma che richiedono molto tempo e molta pazienza, ora sono diventati di moda, costosissimi e preziosi come rarità? Cito per esempio, come veneta, il baccalà alla vicentina ecc.
    Rosy

  4. Mi piace molto il proverbio genovese “u furnu se scalda da a bucca”, che hai citato nell’intervista.
    A parte la pura bellezza del significato, mi ha colpito molto la somiglianza con il dialetto che mi appartiene, quello salentino:
    “lu furnu se scarfa te la ucca”.
    Cibo, ancora una volta, come trait d’union. Questa volta fra Ponente e Levante!

    Complimenti Mitì per tutto ciò che fai!

    kusjes (bacetti in olandese ;) )
    DoDo

  5. “u furnu se scalda da a bucca” che bel proverbio!
    mi sa che devo imparare a cucinare..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.