Voglia di gelato

carrettogelati.jpg

Io menta e cioccolato. Oppure malaga. Magari al Frigidarium di Rapallo o qui, da Don Paolo a Castelletto

E voi, quali gusti? E già che ci siete, in quale gelateria ?

***

ZiaPaperina: Per me limone e fragola!!!

MimosaFiorita: Panna dentro il cono, cioccolato e frutti di bosco

Pispa: miiiiii.. io stracciatella e fragoline di bosco, e mi sporco fino alle orecchie :))

Rosy: Bacio, bacio, bacio…

Krishel: Nocciola fatta ad arte (e quindi anche con i pezzetti di nocciola dentro) e cioccolato al peperoncino (come l’ho mangiato in un ottima gelateria ad Asti)

Pievigina: mandorle e pistacchio!

Catepol: Frutti di bosco, possibilmente mirtillo se c’è. E mela verde. O yoghurt. O entrambi va…Quant’è? (Offre la placidacasa ;-*)
Però è anche vero che è tanto che non mangio un Tartufo di Pizzo doc (a Pizzo Calabro, in Piazza, bar Belvedere meglio conosciuto come Gatto, oppure da Ercole sempre in piazza…non è pubblicità, faccio servizio di pubblica utilità, io…)

Andrea: Per me il gelato è SOLO gusto frutta! Esempio: Cialda con Ananas,Melone,Fico D’India,Banana,Fragola…non necessariamente in quest’ordine!!!

Anna: Cioccolato, nocciola e caffé in inverno, mirtillo e amarena in estate… e della granita si può parlare??? Alle mandorle o al gelso nero, ma l’ho trovata solo a Siracusa….Secondo me, tra un commento e l’altro, ci siamo armati tutti di cucchiaino e gelato a disposizione in freezer!

Garbaland: Stracciatella, nocciola, pistacchio (sono un tradizionalista). E non è un gelato se non ha sopra la panna. Dimenticavo: se possibile da Gelarmony (Roma) (Nota:In due vecchi post di Garbaland   i suoi lettori si sono scatenati e hanno sciorinato indirizzi e pareri preziosi. Questo e questo. Poi ci sono state anche le grattachecche :-)

Cynaro: gelsi neri. se mi butto sul cioccolattoso, tartufo e bacio. dove? a palermo mi vengono in mente almeno 7 8 posti di getto…troppi! ma volendo pure una granita…mandorla e pistacchio e un goccio di panna. o anche gelsi…a mondello all’antico chiosco, da ilardo al foro italico, al bar del golfo o a la delizia a sferracavallo. ed è meglio che mi fermi

Lordpolo: Per me un cono a 2 gusti grazie: limone e zenzero e poi mela e cannella. Dove? Nella mia gelateria preferita ovviamente: (la metà di voi si schiferà alla sola idea, ma anche il gelato al bloody mary e quello al risotto alla milanese sono fantastici, per non parlare del tzaziki, yummm ;-))

Nervo: Uh! Uno splendido cono, solo Gianduja, in quel tempio della gelateria torinese che è Fiorio (in via Po, ma che lo dico a fare? :-)) Maledetti, ora mi tocca passare da lì uscendo dal lavoro! :-9

P4T: io gira e rigira lo prendo quasi sempre cioccolato e panna…come la pizza, quasi sempre capricciosa perchè poi quando cambio e prendo cose strane poi mi pento e non sono soddisfatta. Dove? All’Imperiale a Brescia, dove sono famosi per il cioccolato appunto…baci sporchi di gelato a tutti! ;O)

Roger: A me tutto cioccolato con il cono fatto di cialda con granella di nocciole…..slurp…ah….dimenticavo….la mia gelateria preferita è questa

Francesca: Avocado latte di capra aromatizzato alla vaniglia/cioccolato piccante. del grandissimo Paolo della gelateria Avalon di Bolzano, of course. Tutto fresco, biologico, senza glutine, senza coloranti, usa coppette e cucchiaini biodegradabili in bioplastica di mais. Un artista.

Laislabonita: Pistacchio e vaniglia! Ultimamente, in una stupenda gelateria artigianale a Numana (riviera del Conero), ho trovato il gusto pera e non ho resistito all’accoppiata pera e cioccolato nero.Nota: da bimba ero una patita del classico fragola e limone :)

 

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


58 Replies to “Voglia di gelato”

  1. miiiiii.. io stracciatella e fragoline di bosco,
    e mi sporco fino alle orecchie :))

  2. Nocciola fatta ad arte (e quindi anche con i pezzetti di nocciola dentro) e cioccolato al peperoncino (come l’ho mangiato in un ottima gelateria ad Asti)

  3. Però è anche vero che è tanto che non mangio un Tartufo di Pizzo doc (Pizzo Calabro, in Piazza, bar Belvedere meglio conosciuto come Gatto, oppure da Ercole sempre in piazza…non è pubblicità, faccio servizio di pubblica utilità, io…)

  4. Per me il gelato è SOLO gusto frutta!
    Esempio: Cialda con Ananas,Melone,Fico D’India,Banana,Fragola…non necessariamente in quest’ordine!!!

    mmmm….CHE BUONO!!!!
    Beh, ora vado a prenderne uno!!!!!

  5. Cioccolato, nocciola e caffé in inverno, mirtillo e amarena in estate… e della granita si può parlare??? Alle mandorle o al gelso nero, ma l’ho trovata solo a Siracusa….Secondo me, tra un commento e l’altro, ci siamo armati tutti di cucchiaino e gelato a disposizione in freezer!

  6. gelsi neri

    se mi butto sul cioccolattoso, tartufo e bacio

    dove? a palermo mi vengono in menta almeno 7 8 posti di getto…troppi!

    ma volendo pure una granita…mandorla e pistacchio e un goccio di panna. o anche gelsi…a mondello all’antico chiosco, da ilardo al foro italico, al bar del golfo o a la delizia a sferracavallo.

    ed è meglio che mi fermi

  7. Per me un cono a 2 gusti grazie: limone e zenzero e poi mela e cannella. Dove? Nella mia gelateria preferita ovviamente: http://www.ilgelatoaresu.it/
    (la metà di voi si schiferà alla sola idea, ma anche il gelato al bloody mary e quello al risotto alla milanese sono fantastici, per non parlare del tzaziki, yummm ;-))

  8. Uh! Uno splendido cono, solo Gianduja, in quel tempio della gelateria torinese che è Fiorio (in via Po, ma che lo dico a fare? :-))
    Maledetti, ora mi tocca passare da lì uscendo dal lavoro! :-9

  9. io gira e rigira lo prendo quasi sempre cioccolato e panna…come la pizza, quasi sempre capricciosa perchè poi quando cambio e prendo cose strane poi mi pento e non sono soddisfatta. Dove?
    All’Imperiale a Brescia, dove sono famosi per il cioccolato appunto…
    baci sporchi di gelato a tutti! ;O)

  10. a me tutto cioccolato con il cono fatto di cialda con granella di nocciole…..slurp…

  11. di Pellegrino Artusi
    da “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”

    GELATI

    Leggevasi in un giornale italiano che l’arte del gelare appartiene eminentemente all’Italia, che l’origine dei gelati è antica e che i primi gelati a Parigi furono serviti a Caterina dei Medici nel 1533. Aggiungeva che il segreto restò al Louvre poiché i pasticcieri, cucinieri e ghiacciatori fiorentini della reggia, non diedero ad alcuno conoscenza della loro arte, di modo che i parigini attesero più di un secolo ancora per gustare il gelato.

    Per quante ricerche io abbia fatto onde appurare tali notizie, non mi è riuscito di venirne a capo. Ciò che vi è di positivo su tale argomento è questo, e cioè: che l’uso delle bibite ghiacciate, con l’aiuto della neve e del ghiaccio in conserva, è di origine orientale e rimonta alla più remota antichità e che la moda dei gelati fu introdotta in Francia verso il 1660 da un tal Procopio Coltelli palermitano, il quale apri sotto il suo nome – Café Procope – una bottega a Parigi di faccia al teatro della Comédie française ed era quello il luogo di ritrovo di tutti i begli ingegni parigini. La rapida fortuna di questo caffè, ove ai gelati si cominciò a dar la forma di un uovo e di un ovaiuolo al bicchiere che li conteneva, spinse i venditori di limonate e bibite diverse a imitare il suo esempio, e fra essi va ricordato il Tortoni che colla voga dei suoi deliziosi gelati riuscì ad avviare un caffè di fama europea e ad arricchire.

  12. avocado latte di capra aromatizzato alla vaniglia/cioccolato piccante. del grandissimo Paolo della gelateria Avalon di Bolzano, of course. Tutto fresco, biologico, senza glutine, senza coloranti, usa coppette e cucchiaini biodegradabili in bioplastica di mais.

    un artista.

  13. Pistacchio e vaniglia!
    Ultimamente, in una stupenda gelateria artigianale a Numana (riviera del Conero), ho trovato il gusto pera e non ho resistito all’accoppiata pera e cioccolato nero.
    Nota: da bimba ero una patita del classico fragola e limone :)

  14. Purtroppo no, Placida, mi spiace. Ma la riconosci perchè non fanno solo quel tipo di cioccolato: ne fanno almeno quattro o cinque tipi diversi e so che la gente va li apposta per quello al peperoncino. Se vuoi mi informo meglio.

  15. caffè e pistacchio, da “Mela e Cannella” in via Oderisi da Gubbio, Roma.

    …questa pubblicità che stiamo facendo, non è scorretta: è pubblicità sociale! :)

  16. Ultimamente vado di lavanda e rooibos alla cannella. La mia gelateria preferita si chiama cremeria aurelia e si trova in zona piazza Irnerio. La infilano in tutte le guide dei vari gamberi. In alternativa il San Crispino. Se vogliamo la tradizione direi Pellacchia a Cola di Rienzo. Ma a Roma se ne trovano parecchie che meritano. Anche se una serata a Pizzo, saltando la cena per fare il bis di pezzi duri, yeah.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.