Cosa c’è laggiù?

scala.jpg
(foto ©Virgile Pelc)

***

Max: Una fantastica cantina, piena di cose, di ricordi e di mostri immaginari da sfidare.

P4T: Una cantina piena di bauli antichissimi che racchiudono segreti e storie di vecchi amanti che non poterono vivere liberamente il loro amore….

ZiaPaperina: Un salone con un pianoforte che qualcuno sta suonando

Missk Lorina: C’è Mr. Hide!!!

Cynaro: Parte di pantaloni, mutande e chiappe lasciati da tutti quelli che hanno sceso le scale dal corrimano

Beppe: La grande stanza dove ricamano le sorelle Materassi

Andrea: Una bellissima ed elegantissima sala con da un lato, un tavolo per una cena a lume di candela e più al centro, un’orchestra pronta a suonare dolci note per una notte indimenticabile di due innamorati…Insomma…”SUONALA ANCORA SAM…”

Chamfort: Il magazzino dove stai accatastando tutte le placidescatole del trasloco!!!;O))

Copiascolla: In fondo alla Scala secondo me c’è una Violetta. (perdona il calembour, sono appena stata a vedere la Traviata…)

Quadrilatero: Le mogli di Barbablù.

Anna: Un’ampia cantina con grandi botti di legno e, dentro… Brunello di Montalcino.

Francesca: Un gruppo di lavoratori extracomunitari irregolari, che pagano all’affittuario strozzino, rigorosamente in nero, un patrimonio per ogni posto branda.

Roger: La portineria con il portiere che si chiama Brunello,è nato a Montalcino,è grasso come una botte ed a fatica riesce ad entrare dentro la guardiola di legno…e dopo che vi avrà aperto la porta ci sarà ….lui… ad aspettarvi al varco…buona fortuna…

Krishel: “Un luogo sia fisico che psicologico in cui rintanarmi e rifugiarmi quando sono particolarmente stanca. Un luogo-non luogo in cui essere semplicemente me stessa, senza dover essere altro, senza che nessuno pretenda da me chissà cosa.” (dalla mia casa) Ecco cosa c’è li sotto.

Catepol: No no io laggiù non ci scendo. Preferisco rimanere qui. Interpretalo psicologicamente come vuoi…ma io laggiù non ci scendo.

Andrea Perotti: Forse l’opposto di ciò che c’era l’altro giorno lassù ;-)

Wolly Paolo Valenti: l’uscita ?

Phoebe: Sicuramente c’è la tana del drago che protegge il castello incantato… sèèè, come no???

Magica: Ragnatele, pipistrelli e polvere…in attesa di qualcuno che faccia una vera pulizia

Mimosa: Un’amante segreto che aspetta la sua amante segreta,per un incontro di sesso sfrenato nella cantina del condominio, e, dove ai piani superiori i rispettivi coniugi spupazzano i rispettivi figli…

Vanna: … MAMMA MIA CHE PAURA!! ODDIO! Soffro tra le tante cose di claustrofobia…. non aggiungo altro.
Anch’io, anche se mi pagassero bene, non credo proprio che scenderei. Minimo… trovo un … cadavere morto di morte violenta. Oppure se proprio mi va bene, la madre di Psyco… impagliata…! :-((

Tolly: AFAFAFAFA….che paura..ehiii..c’e’ nessuno???yu-huuuu…non scendo manco morta!

Mareadiluce: c’è la solitudine di chi tenta di essere salvato e il vuoto di chi soffre di nostalgia. c’è l’oblio di chi teme di essere perduto e il dolore di chi non comprende.
c’è la mia amarezza e la sua amarezza, di quando ci sentiamo separati. ci sono io che soffro la sua assenza.. quella scala profuma di abbandono.

John: Il bagno? non lo potevano mettere in un posto più comodo?

Princy: Ci sei tu che traslochi libri dalla soffitta alla cantina. Sta’ attenta a non “imbelinarti” giù! ;-)***

Waki: oh, là sotto ci sono io che davanti ad una montagna di scatoloni del trasloco, mi riposo un attimo.

Regi: Col cavolo che scendo, se non con le fotoelettriche e quattro robustissimi armadi, leggi guardaspalle. Sto un po’ nervosa…..

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.
  • 22 January 2011 at 14:48Librando
    Il covo dei pirati. Munizioni, casse d'oro e botti di rum.
  • 22 January 2011 at 14:50Mitì Vigliero
    Il rum credo sia necessario per scaldarsi. Ci deve essere un umido terribile lì dentro.


44 Replies to “Cosa c’è laggiù?”

  1. una cantina piena di bauli antichissimi che racchiudono segreti e storie di vecchi amanti che non poterono vivere liberamente il loro amore….

  2. parte di pantaloni, mutande e chiappe lasciati da tutti quelli che hanno sceso le scale dal corrimano

  3. Beppe, e di sopra le loro camere da letto, coi comò pieni d’ingiallita biancheria da sposa mai usata…Mi hai fatto venir voglia di rileggerlo! :-)

  4. Una bellissima ed elegantissima sala con da un lato, un tavolo per una cena a lume di candela e più al centro, un’orchestra pronta a suonare dolci note per una notte indimenticabile di due innamorati…

    Insomma…”SUONALA ANCORA SAM…”

    Ciao Mitì!

  5. Il magazzino dove stai accatastando tutte le placidescatole del trasloco!!!;O))

  6. il posto da dove era venuto quello del post del tunnel di luce di qualche giorno fa….era arrivato lassù ma nessuno lo voleva ne l’aveva chiamato…

    oppure…..

    Splendido attico, luminosissimo. Stupenda vista aperta sul mare (da Portofino a Savona) e monti. Esposizione sud-est.
    Interno ordinato e lussuoso. Tapparelle nuove blindate ed elettriche. Serramenti in alluminio e doppi vetri. Porte interne in cristallo e noce. Impianto di climatizzazione (caldo e freddo) nuovo ancora in garanzia. Caloriferi appena sostituiti con altri di migliore resa. Pavimenti in marmo. 2 terrazze vivibili.
    Comodissimo a tutti i mezzi di trasporto (bus, treni)…(passano sopra), asili, scuole, negozi, giardini. A 5 minuti dalla spiaggia di Quinto.
    Possibilità di posteggiare 2 auto e moto nel parcheggio condominale di proprietà.
    Una vera bomboniera!
    OTTIMA OPPORTUNITA’ ! (prezzo trattabile)
    …..REGALATO…..PARTICOLARMENTE ADATTO NON VEDENTI….E PERSONE CON MOLTA FANTASIA

    ps:quella nella foto è la vista mare

  7. oppure….c’è la cantina dove hai portato tutta la roba che hai dovuto togliere da casa tua causa lavori di ristrutturazione…..

  8. un gruppo di lavoratori extracomunitari irregolari, che pagano all’affittuario strozzino, rigorosamente in nero, un patrimonio per ogni posto branda.

    temo di essere la piu’ realistica

  9. la portineria con il portiere che si chiama Brunello,è nato a Montalcino,è grasso come una botte ed a fatica riesce ad entrare dentro la guardiola di legno…

  10. “Un luogo sia fisico che psicologico in cui rintanarmi e rifugiarmi quando sono particolarmente stanca. Un luogo-non luogo in cui essere semplicemente me stessa, senza dover essere altro, senza che nessuno pretenda da me chissà cosa.” (dalla mia casa)
    Ecco cosa c’è li sotto.

  11. No no io laggiù non ci scendo. Preferisco rimanere qui. Interpretalo psicologicamente come vuoi…ma io laggiù non ci scendo.

  12. Tornata ora da una frenetica caccia ai mobili. Carniere vuoto. Chissà se là sotto c’è il letto che sto cercando? E magari anche il secretaire che ho in mente e non trovo?

  13. Ragnatele, pipistrelli e polvere…in attesa di qualcuno che faccia una vera pulizia (ma è un test psicologico?)

  14. Un’amante segreto che aspetta la sua amante segreta,per un incontro di sesso sfrenato nella cantina del condominio, e, dove ai piani superiori i rispettivi coniugi spupazzano i rispettivi figli… ammazza stamattina sto’ peggio de ieri mattina.. buona giornata.

  15. OPPURE, il mio angelo custode che mi aspetta per darmi qualche buon consiglio… che regolarmente NON seguiro’.

  16. Mi diverto con questi specie di test.
    … MAMMA MIA CHE PAURA!! ODDIO! Soffro tra le tante cose di claustrofobia…. non aggiungo altro.
    Anch’io, anche se mi pagassero bene, non credo proprio che scenderei. Minimo… trovo un … cadavere morto di morte violenta. Oppure se proprio mi va bene, la madre di Psyco… impagliata…! :-((

  17. c’è la solitudine di chi tenta di essere salvato e il vuoto di chi soffre di nostalgia.
    c’è l’oblio di chi teme di essere perduto e il dolore di chi non comprende.
    c’è la mia amarezza e la sua amarezza, di quando ci sentiamo separati.

    ci sono io che soffro la sua assenza.. quella scala profuma di abbandono.

  18. oh, là sotto ci sono io che davanti ad una montagna di scatoloni del trasloco, mi riposo un attimo.

  19. Col cavolo che scendo, se non con le fotoelettriche e quattro robustissimi armadi, leggi guardaspalle.
    Sto un po’ nervosa…..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.