ZenaCamp: ‘na meravìggia!

Meglio di me lo scrive Zuck quello che è stato, così come Tambu spiega perfettamente quello che abbiamo raccontato.
Io so solo, e già lo sapevo, che Marco, Federico, MarinaAndrealui sono persone speciali capaci di rendere speciale tutto ciò che fanno.
E so che Matteo è proprio come lo dipingono , e che ieri sono stata felice, rilassata e serena come non mi capitava da tempo.
So solo che è stata una gioia riabbracciare tutti quelli che ieri ho riabbracciato e di abbracciare per la prima volta  quelli che da tanto desideravo conosceredal vivo“, avendo già la certezza che fossero esattamente  come  li immaginavo 
E ovviamente qui sopra avrò dimenticato qualcuno, così come non sono riuscita a salutare tanti di voi prima che tornaste a casa: mi perdonate? Ma il naufragar dolce fra quel vero mare di voci e volti   zenacampisti, l’aver galoppato (ehm, stampellato) quasi ininterrottamente avanti e indré per 3 sale sognando d’avere il dono dell’ubiquità, il tutto unito agli antinfiammatori e al voltaren, m’ha reso un po’ più svanita del solito ;-)


(Schiena di EstroVersa , foto di sua mamma :-)

E qui il fantastico MegaZenaCampAggregatore  di Miketrevis

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


94 Replies to “ZenaCamp: ‘na meravìggia!”

  1. Ok, facciamo che me ne recuperi una in cambio di una magnifica collana che ti ho portato da detti Caraibi???
    (Guarda cosa mi fai fare!!! ;-))

  2. ma….uno Zena Camp permanente una specie di condominio di blogger che discutono sui più svariati argomenti inerenti il Camp…cioè un qualcosa che funga da precursore per la prossima edizione ,una specie di volontariato virtual organizzativo…perchè sicuramente la prossima volta ci saranno più persone…no????????????

  3. comunque…un rimprovero lo devo pur fare….VIGLIACCHI….se apevo c’ erano davvero le trenettè al pestò…sarei venuto anche a nuoto…

  4. Si si cmq se qualcuno non potendo avere il secolo xix di domenica mattina volesse vedere l’articolo sullo Zena camp l’ho appena postato

  5. avrei voluto esserci ma ero stato cooptato con obbligo di sicura reperibiltà,nonchè minacciato di terribile ritorsione se così non fosse stato….per il cinquatesimo di matrimonio dei miei suoceri..

    dimmi te chi ha il coraggio in un colpo solo di mettersi contro suoceri e moglie…???…ehm….ma erano buone le trenette..???

  6. riflessioni ….

    ….piove…..

    ….tempo precario per la festa del LAVORO….precario….

  7. Pingback: ZenaCamp, uffa at Blimunda

  8. Pingback: Blog ingenuo

  9. è stato bellissimo tutto..
    io sono ancora tutta agitata :P
    e sulla foto dell’umarell.. l’ho seguito un sacco perchè è partito dalla sala in fondo ed ha fatto una lunga traversata.. solo che non mi potevo far beccare a fare foto :P

  10. Placida è stato davvero bello conoscerti di persona. Speriamo di poter passare un’altra giornata come quella allo ZenaCamp al più presto.
    Poi l’aperitivo e la cena in pizzeria sono stati perfetti.

  11. Uff!
    E’ uno di quei post che, mentre lo leggi, ti vien da pensare “ma cazzo, perché non ci sono andato?”.
    tanto sarei rimasto tutto timido in disparte :(

    bacin

    ps
    la maglia è bellizzzima :D

  12. Davide, a Genova si fan miracoli…come quello di trovare, di sabato sera, un tavolo in pizzeria per 35 persone!!
    (tutto merito di San Kurai ;-*)

  13. Da quello che ho letto in giro è stata una cosa davvero bella. Ma non ne dubitavo. Complimenti a tutti!

  14. io mi auguro che tutti quelli che hanno ascoltato te e tambu abbiano pensato a una vecchia memoria a cui offrire una dimensione digitale. spesso non sappiamo cosa regalare ai vecchi per natale, un blog (e un po’ di pazienza e di compagnia per spiegare) non sarebbe male… :-)

  15. Alessandro, non è niente male come idea. Oltretutto obbligherebbe i nipoti a stare un po’ vicini ai nonni (che quando non ci sono, mancano troppo) :-*

  16. Pingback: Placida Signora » Blog Archive » Brandelli di ricordi torinesi

  17. … mi hai regalato i puntini! Mitì, che pensiero gentile, grazie (l’ho visto adesso, da Technorati), direi che si intonano alla mia personalità ;-)

    @alessandro, quell’idea lì sopra non è mica da buttare via, anzi!

  18. Pingback: Oltre le parole! Mystic bloggers! «

  19. Pingback: Mystic bloggers! | il blog di iMod

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.