Achtung: No Tagged!

Se ricevete email da persone conosciute (e pure da sconosciute, come è successo a me) con su scritto: Tizio (O Caio, o Sempronio) has tagged you! 
Sappiate che è meglio NON rispondere, ma cacciarle via immediatamente.
Il perché lo spiegano bene Eìo qui, Vanz qui, mentre Viss qui narra la sua drammatica ;-) esperienza. Qui invece Andrea spiega come disiscriversi. Qui altre spiegazioni molto chiare.

Ultimo consiglio a chi ha cliccato: cambiare la password della posta gmail.

Bombing: Tagged è pessimo. (Naturalmente con rel=nofollow)

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.

24 Replies to “Achtung: No Tagged!”

  1. Grazie per l’informazione. E’ la conferma che aver cestinato senza neanche aprirle quelle che oggi mi sono arrivate è stata una buona idea. E così mi sono giocato quella di quest’anno.

  2. Pingback: Sw4n. | WebLog di Fabio A. © 2007 | Suck my blog with more gusto » Blog Archive » Tagged? No, grazie.

  3. Ecco io avevo cestinato senza sapere del casino. Il mio quinto senso e mezzo diceva che era meglio se agivo in quel modo…

  4. pissi pissi: confermo,ho guardato ora le mail cancellate…eeeh si, c’è una di quelle mail…messa in cestino per via dell’ inglese senza neppur aver notato che lo peseudo-mittente è un caro conoscente…

  5. Salve, sono Tizio, scrivo per dirle che le email che ricevete non sono in nessun modo a me riconducibili (per lo meno quelle che riportano il mio nome nel sender) e che ho già parlato con i miei legali che avvieranno le necessarie procedure al fine di garantire l’assoluta estraneità ai fatti del qui presente.
    Cordialmente, Tizio.
    ;D

  6. scartate e spammate
    be qui da noi si dice “pe fregà un zeneise ghe vou trei ebrei, ma pe fregà in ciavain ghe ne vou cinque!

  7. Adrianaaaaaaaaaaa Adrianaaaaaaaaaa Adrianaaaaaaaaaaaaaaaaaa, ma cosa vuoi, Adrianaaaaaaaaa Adrianaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…..
    Rocky Balboa
    Rocky 1

  8. La leggenda popolare narra che una giovane sposina di Ceglie (frazione prima, quartiere ora, di Bari)tutta agghindata e raggiante per l’occasione fu lasciata sull’altare dal suo promesso sposo.Sola, tutta adorna e abbellita, per niente. Nell’uso comune – questo modo di dire – viene usato (italianizzondolo pure) quando, dopo lunghi preparativi e attese, ti “danno buca”.

  9. Angela, spero per lui che fosse morto nel tragitto casa/chiesa (solidarietà femminile)
    Però magari lei era una donna terribile (solidarietà maschile)
    Sono brava in par condicio, eh?
    Grazie per la spiegazione! :-**

  10. Pingback: chiamiamoloblog - Certe volte la sfiga..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.