A cosa pensa?

“Sììììììì, sono appena usciti! Sto ancora cinque minuti a impigrirmi e poi mi faccio le unghie sul divano nuovo… che goduria! purrr… purrrr…” (Glossy)

“Mmmmmmh….profumo di merluzzo…” (ZiaPaperina)

“Dai che la settimana sta per finire!!!” (Catepol)

“UHHHHHHHHHHHHH ! che male di denti, vuoi vedere che sto mese mi tocca riandare dal dentista !” (Enio)

Pensa che sarebbe meglio dormire di notte invece di fare le ore piccole! (Grazitaly)

“La gattina del giardino di fronte mi ha appena sorriso……” (Chamfort)

Secondo me quando fanno quella faccia mica pensano. Godono e basta [sperando che non passi Jacopo, eh?]. Quella che vive con noi lo fa quando si rosola al sole dietro un vetro. (Antar)

“Ecco adesso al tre apro gli occhi e…sorpresa!” (Sciura Pina)

“Noo, non lì, un po’ più a destra, sotto la scapola – ecco, brava, ora ci siamo..frrrr” (Gabryella)

“Che sballo la lettiera pulita…” (Aquatarkus)

“Uhmmmm lo scudetto sulle maglie dell’Inter non si può guardare!” (Massim.)

“Eh no! Regalo il mio affetto solo a chi se lo merita.” (Lau.)

“Ho ancora nel frigo un po’ di quello stupendo pasticcio di topo…” (Briciolanellatte)

Sta pensando a quel bel filetto di salmone che si è appena mangiato con molto gusto. (Krishel)

“La coperta è ancora tiepida!” (Marchino)

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


39 Replies to “A cosa pensa?”

  1. “sììììììì, sono appena usciti! Sto ancora cinque minuti a impigrirmi e poi mi faccio le unghie sul divano nuovo… che goduria! purrr… purrrr…”. (questo, almeno, è ciò che sicuramente pensa la mia gatta Nikita appena sente che chiudo il portone, divano nuovo docet)

  2. UHHHHHHHHHHHHH ! che male di denti, vuoi vedere che sto mese mi tocca riandare dal dentista !

  3. “La gattina del giardino di fronte mi ha appena sorriso……”
    ;OD

    (un bacio per far passare la bua!!!)

  4. Secondo me quando fanno quella faccia mica pensano.
    Godono e basta [sperando che non passi Jacopo, eh?].
    Quella che vive con noi lo fa quando si rosola al sole dietro un vetro.

  5. Un mio amico è un poeta vero, ingenuo e sapiente. Ama i gatti, li conosce e li descrive. Ecco l’inizio di una sua poesia pubblicata su Golem l’Indispensabile:

    Come la tigre il gatto s’avanza
    con un leggero passo di danza
    muove le membra con gran leggiadria
    sull’indifeso passero balza.
    Questa è la vera natura del gatto;
    ritorna un micio se vuole, se crede,
    ma è in lui la fiera nascosta e ben viva,
    s’affila i denti e gli artigli per l’arte.

    buona serata a Mitì, a tutte e a tutti
    Primo

  6. è esattamente la mia espressione oggi pomeriggio quando dopo una bella camminata e arrivato sulla collina di Spazzavento dove c’ è la tomba di Curzio Malaparte, mi sono seduto in terra con la schiena appoggiata ad un albero e mi sono goduto il sole e il panorama…e per una volta tanto mi sono scordato del lavoro e della fretta….e del telefono..

    Curzio Malaparte riposa in un mausoleo costruito sulla cima del Monte Spazzavento, una collina dominante Prato, secondo le sue volontà. La frase “…e vorrei avere la tomba lassù, in vetta allo Spazzavento, per sollevare il capo ogni tanto e sputare nella fredda gora del tramontano” è riportata sulla sua tomba assieme ad un’altra che recita “… io sono pratese, sono orgoglioso di essere pratese e non vorrei essere nato se non fossi stato pratese…”….che tipetto…eh ???

    ma a Prato siamo tutti matti…io più degli altri… :)

  7. Pronti, Mitì, ai tuoi ordini:

    Come la vita il dolore il mio gatto
    ronfa gioiosa poi dorme s’acquieta
    per un nonnulla turbata s’inquieta
    il pelo drizza si gonfia poi graffia
    è come l’oca che sbuffa e poi soffia –
    però mi piace vederla qui quieta,
    il pelo liscio, la belva mansueta.

    Emilio Gauna, l’autore, ha scritto molte cose su Golem, chi vuole può rintracciarle entrando nell’archivio per nome, anche se nel sito c’è un po’ di subbuglio, è entrato Il Sole 24 Ore. Solo che “Emilio Gauna” è uno pseudonimo, il suo nome è diverso, e non sono io, magari lo fossi!

    saludos
    Primo

  8. Ciao Placida Signora, secondo me “e-flux” potrebbe essere usato al posto di blog, ché sembra il nome di un medicinale e perciò una cosa seria… è il gatto starà pensando: “dormita o spuntino?”

  9. mhm… gr…grrrr… altri cinque minuti e mi alzo.. vado da tutta quella gente che sta bofonchiando qualcosa su cosa sto pensando io e glielo dico: “E’ inutile che ci provate, sto pensando a una strategia tattica per tirare fuori il topo dalla tana!!!”…. sai come me lo mangio dopo!?!?!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.