Bucolico gennaio

Credevo fosse un grosso gatto bianco e nero fermo nel mezzo del vialetto, ma poi una volta messo a fuoco disperse le nebbie del sonno, ho visto che era una gazza. Un signor Gazza, per l’esattezza, ché la signora Gazza, un po’ più piccina di dimensioni, andava su e giù dal centro della tuja: quando scendeva a terra  saltellava vicino al compagno e tutti e due guardavano in alto verso l’albero. Stanno facendo il nido, i Signori Gazza.
Poi c’è un pettirosso, grasso e tondo; ogni mattina mentre bevo il caffè si posa sulla ginestra alta davanti la finestra della cucina e mi osserva con somma attenzione. Come mi vede metter nel lavello la tazza vuota, vola via.
E poi c’è Grissino, gatto pelosissimo che cammina sulle punte come una ballerina; viene in casa, quando ci sono, a far colazione, pranzo e cena. Una volta mangiato, tra mille balletti e fusa, si stende sul divano. O sul letto, ovviamente dalla mia parte con la testa sul mio cuscino.
Se Roma è piena di rose fiorite, il prato qui di fronte, più a nord dell’Eterna, è un tappeto di trifogli e pratoline.
E ci sono le zanzare.
Il 2 gennaio.
A Pasqua nevicherà?

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


37 Replies to “Bucolico gennaio”

  1. Qui a Venezia piova e caìgo. Xe umido che entra nei ossi.
    Ottimo motivo per rientrare in ufficio, indubbio. Che a casa mi annoio (oddio…ma dove sono arrivata per dire questo!! :-DD)

  2. Forse. E con la pasqua i sorrisi avranno il capo gaudente e le nebbie si chiuderanno tra i battenti nani e le voglie tergiverseranno nelle freddure acuminate. E le viste penzoleranno e le intese frigoleranno.
    E sarà tutto comodo e brillante, come i migliori desideri saltellanti.

  3. Qui, a Napoli, piove a scrosci, tira vento di scirocco. E si sono ancora le zanzare, ormai esseri mutanti che sopravvivono al freddo. Secondo mia suocera sono zanzare ucraine.

  4. Giggi, c’è una tramontana infernale da giorni e giorni su. E non piove da un sacco di tempo. Ad ogni modo l’incendio è nato da dei botti sparati a capodanno (qualcosa di invernale c’è) :-*

  5. Qui raffiche che sembrano di maestrale ma poi ti accorgi che sono tiepide. In compenso il cielo è spazzato e lustro. Le zanzare – manco a dirlo – fanno capolino di giorno. O__o

    Quattro anni fa andò così e nevicò tre giorni in aprile, QUI, nell’Apulia sitibonda. Mah!

  6. Nella terra del gutturnio c’è un sole caldo e un cielo molto terso, come talvolta al mare. Forse stiamo tornando ai tempi del golfo delle balene… quando qui il mare c’era davvero :-o

  7. Questo inverno mite ci ha aiutati: la mia casa in sasso ha le fondamenta un po’ bagnate, e un eccesso di pioggia e neve avrebbe acuito il problema.
    In attesa di fare ‘sti benedetti lavori di drenaggio, mi godo l’aria di questa stagione strana. Il sole, ma anche un po’ di ghiaccio mattutino, e poi l’aria che diventa mossa e temperata; i gatti che vivono fuori ci godono: non soffrono troppo e vanno molto a caccia.

    Ma bando alle ciance, per ora: un grandissimo Buon Anno, Placida Signora.

  8. Mia cara, anche qui a MI ci sono le zanzare… Almeno a casa nostra! E sì che abitiamo in centro.
    Anche l’altro giorno ai Navigli c’erano delle zanzare, ma poche.

    Insomma, si sconvolgeranno ere e stagioni, gli iceberg si staccheranno e si scongeleranno, tutto cambia, ma la malefica zanzara resiste!

    ciao:)

  9. BUCOLICO ????????

    ….ecco un aggettivo perfetto per descrivere il “bucolico buco dell’ ozono”…ed anche per descrivere le numerose punture di zanzara… difatti…la mattina appena mi sveglio e controllo le punture di zanza….penso…vediamo stamani quanto sono “bucolico”

    buona caccia(…alle zanzare…) Placida Signora…delle Paludi Pontine e….un bucolico Augurio….da un naufrago di San Silvestro…. :)))

  10. Qui a perugia Piove forte e fa freddo a sprazzi..ma che strano tempo, al mattino tiepido e di giorno gelido!
    A Pasqua, tra buchi nell’Ozono e riscaldamento del globo, mi sa che prenderemo il sole…
    Un mantello di sorrisi per coprirti (se venisse più freddo…)
    Mister X

  11. zanzare, sì anche qui.
    rob de matt, penso che si possa cominciare a prenotare le vacanze al mare da maggio a ottobre.
    stagione piena di sicuro,
    temo solo il caldo che scioglierà le città

  12. Pispa, però di notte fa molto freddo qui, si arriva allo zero…E’ quello che mi stupisce: come fanno a non congelare trifogli, margherite e maledette zanzare?

  13. Boh_Enrica, a Milano riesco a farmi sbranare dalle zanzare anche quando fuori nevica. Credo nidifichino nelle tappezzerie, moquette, cassoni dell’acqua, impianti di aria condizionata…E poi col caldo dei caloriferi nascano forzute come Hulk.
    PS E sì, “volere”. Non è facile, ma provare male non fa! :-**

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.