Le canzoni che amo…

…Quelle che hanno un senso, che dicono cose che condivido, che risvegliano ricordi, emozioni, momenti, che in un modo o nell’altro fanno parte della mia vita.

Ce ne sono molte: ma se debbo sceglierne una, così, senza stare tanto a pensarci su, scelgo

My Way

(qui le parole)

***

E voi, quale scegliete? 

***

 

MauroGasparini: Eu te devoro e Pétala (Djavan)

ZiaPaperina: Una donna per amico di Battisti. Autobiografica ;o)

Catepol: Caterina (De Gregori)… perchè ho sposato chi me l’ha fatta conoscere e dedicata la prima volta ;-) e perchè un po’ mi ci ritrovo. Poi “Grazie perché” Gianni Morandi e Amii Stewart…perché anche lontano tendo la mano e tu ci sei

LucaMoretto: ONE – U2!!! senza dubbio… naturalmente quella originale! one love, one life…

Comidademama: “E se domani” di Mina. Marta l’ha imparata quando ha iniziato a parlare. E scuoteva anche la testa scandendo “fe-li-ci-taaaaaaaaaaaaaaaaà!”

Sioux: Una è troppo poco! Scelgo “Siamo solo noi” di Vasco.Una delle prime volte che l’ho sentita avevo 11 anni, era appena uscita.Qualche anno dopo,da adolescente, era un po’ il nostro sogno di ribellione. Dopo 26 anni quando sento il suono del basso che parte..è sempre la stessa emozione.

Loungerie: Luigi Tenco – Giornali Femminili. Fa parte delle canzoni di Tenco poco ascoltate, piene di un’ironia e di una lucidità…non l’ho trovata in rete, questo però è il testo (nei commenti, NdPS)

GigiMassi: “La cura” di Franco Battiato…

Krishel: Al momento questa: All that could have been Nine Inch nails (testo nei commenti)

Invernomuto: Mah lista lunga… qualcuna compare anche sul blog…Comunque (in ordine sparso): Modena – Antonello Venditti; Sempre e per sempre – Francesco de Gregori; Ovunque proteggi – Vinicio Capossela. Tralascio quelle strumentali…

Robi: Quella più “personale” : “Una mia canzone” di Gianni Togni. Quella più cantata : “Black and Blues” di Al Jarreau.
Quella più ascoltata: “Stairway to heaven” dei Led Zeppelin

Ninni: … Besame Mucho ……perché sento ancora, dopo la sua morte, il profumo ed il calore della sua mano quando, tra un sorriso e uno sguardo pensieroso, me la dedicava cantandola…In realtà è sempre: viva la canzone e lei.

Brugue: Posso dirlo? My Way mi fa impazzire… Quando è tardi, al lavoro (dopo l’ultimo giro…) prima di chiudere il computer attivo a tutto volume le mie preferite: My way (F. Sinatra)… un debole…Le osterie di fuori porta (F. Guccini) un omaggio alla mia verde età e ad una notte trascorsa girando per le vie di Bologna. I’m easy (K: Carradine) mi sento un tipo facile (ma non nel senso negativo…) in realtà ho amato R. Altman qualche perla di Ligabue (adoro Piccola stella senza cielo) é un rock romantico (un po’ triste) che mi prende…ed ovviamente One degli U2 (versione originale, magari dal vivo) una canzone che mi lega ad un periodo della mia vita e mi riporta (corsi e ricorsi storici) alla conquista della Coppa del mondo (perchè no?)

Gsseven: Sei nell’anima della Nannini: una poesia in musica

Quadreria: La donna cannone di De Gregori

Mary: Ce ne sono a bizzeffe, ma proporrò una italiana: “Parole, parole, parole” di Mina. Trovo tutto vero e l’ho vissuto un sacco di volte…

Stufa: Una che mi viene in mente al volo? Almeno tu nell’universo – Mia Martini

Marcellus: Sugli sugli bane bane ;D

Dania: “La cura” di Battiato. Perchè mi auguro sempre che un giorno qualcuno mi ripeta quelle stesse parole.

Danielle: The long and winding road. Beatles 

Phoebe:  Non è l’amore che va via – Vinicio Capossela (testo nel commento, NdPS). Come si fa a non dargli ragione?

Brian: Questa è la canzone che secondo me riassume meglio i complessi rapporti tra un uomo e la donna che lo ha tradito, e che lui vuole perdonare, anche perché pure lui ha la coscienza sporca: “E’ Ancora Giorno” (Mogol/Battisti) di Adriano Pappalardo (testo nel commento)

Caracaterina: Per non dover scegliere solo UNA canzone mi succede che mi si azzera tutta la memoria, come se non avessi mai ascoltato una canzonetta. Poi qualcosa, lentamente, ritorna a galla. E il primo brandello che afferro è Dedicato, di Ivano Fossati, ma cantata da Loredana Bertè.

Zuck: Tra le canzoni d’amore Sad eyed Lady of the Lowlands di Bob Dylan e tra tutte le altre Jumpin’ Jack Flash dei Rolling Stones.

Blimunda: Lo so, sono noiosa e prevedibile: Creuza de Ma (De André) ancora e sempre.

Luca: Sicuramente Somewhere Over The Rainbow che adoro soprattutto nella versione di Louis Armstrong

Bolilla: Difficillimo quesito, per chi ha le orecchie immerse in millanta: ma dovendo estrarre a caso, e a caldo, direi: Chris Whitley, Accordingly.

Dontyna: Un canzone? Ma è difficilissimo! Massì, scelgo la poesia metropolitana dei Baustelle con il testo dedicato a Il corvo Joe!

Lagradisca: Libertango: inqietudine e passione. Sconfinato tormento, che si calma con un respiro profondo e una presa forte e dolce.

Orientalia: E’ I’m easy di Keith Carradine. Ha una qualità ridereccia e leggera che mi piace troppo….:)

Hardla: 74-’75 dei Connells. Il primo amore non si scorda mai. Magari sbiadisce. Ma la prima canzone non si scorda mai per davvero. E non sbiadisce, neppure in lavatrice ad alte temperature.

Roger: in ricordo di qualcosa, e di qualcuno ormai lontano, che non è stato…ma che resta nel ricordo. Lontano Lontano….di Luigi Tenco (testo nel commento)

P4T: La cura di Franchino (testo nei commenti)

Marchino: Potrei rinunciare a tutta la musica tranne che a “La danza di Zorba” di Mikis Theodorakis.

Fiodor: I will survive. La preferisco nella versione di Cake. O al limite di Aretha

Amfortas: Amore che vieni, amore che vai, De Andrè, senza esitazioni.

MisterX: La canzone dell’amore perduto di Fabrizio De Andrè. Indimenticabile e indimenticato…

Ulla: Fantastica My way, e a quarantanni, stanotte, giuro che la imparo a memoria!!!e poi imparo anche I’m survive

MissBungle: Bardamù. Di Vinicio Capossela. Il testo è un brivido…

A proposito di Placida Signora

Una Placida Scrittora ligurpiemontese con la passione della Storia Italiana, delle Storie Piccole, del "Come eravamo", del Folklore e della Cucina.


51 thoughts on “Le canzoni che amo…

  1. SCELGO – QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO – DI – FIORELLA MANNOIA – QUELLA CANZONE DICE UN SACCO DI VERITA’… PER ESEMPIO, E’ DIFFICLE SPIEGARE CERTE GIORNATE AMARE…LASCIA STARE… TANTO VI DIREMO SEMPRE UN’ALTRO SI…

Lascia un commento